Acne in età adulta: perché?

0
1003

Non è del tutto chiaro perché le donne adulte, dopo i 25 anni, possano sviluppare acne. Di sicuro i brufoli sono un problema per quasi l’80% degli adolescenti, ma di solito tendono a sparire dopo i vent’anni, anche se la condizione permane in una percentuale variabile fra il 20% e il 40% degli adulti.

donna giovane pelle

Negli ultimi decenni, inoltre, si è notato un incremento dei casi di acne nel sesso femminile dopo i 25 anni, non è raro rilevare casi che si trascinano dall’adolescenza o la comparsa della problematica non presente in anni più giovanili.

Uno studio di tipo multicentrico e case control, condotto in una rete di centri dermatologici italiani, coordinati dal Centro Studi GISED, presso l’ospedale papa Giovanni XXIII di Bergamo, ha cercato di analizzare i fattori. Scopo finale della ricerca era quello di capire il peso degli elementi che possono influenzare la comparsa dell’acne dopo i 25 anni nei pazienti di sesso femminile.

I ricercatori hanno messo a confronto i dati relativi a 248 donne, con più di 25 anni e diagnosi di acne, con quelli di 270 donne senza la problematica.

Dall’analisi dei dati è emerso che la probabilità di sviluppare acne dopo il quarto di secolo aumenta per tutte le donne:

  • con una storia personale di acne nell’adolescenza,
  • con una familiarità per la condizione (ovvero la presenza del disturbo fra i parenti di primo grado),
  • che presentano irsutismo,
  • prive di una gravidanza,
  • molto stressate,
  • abituate a consumare una dieta povera di frutta, verdura e pesce.

Dallo studio in questione non è stato possibile capire se un elevato indice di massa corporea si associ a una maggiore frequenza di acne, anche se questa relazione sembra più forte nel sesso maschile, anziché in quello femminile, mentre la presenza della condizione in concomitanza di irsutismo e mancanza di gravidanza sembra indicare un legame della patologia acne, con un’alterazione di tipo ormonale (iperandrogenismo).

Il fatto che una dieta povera di verdura, frutta e pesce aumenti il rischio acne, infine, fa pensare che il consumo di questi cibi in virtù del loro elevato contenuto in antiossidanti metta invece al riparo dallo sviluppo della condizione. Lo stile di vita, quindi, è importante nella patogenesi dell’acne in età adulta, ma servono studi ulteriori per capire cosa cambiare per prevenire lo sviluppo della condizione.

Fonte: A. Di Landro et al. Adult female acne and associated risk factors: Results of a multicenter case-control study in Italy. J Am Acad Dermatol. 2016 Dec;75(6):1134-1141.e1. doi: 10.1016/j.jaad.2016.06.060. Epub 2016 Aug 16.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here