La vitiligine spesso si accompagna ad altre condizioni autoimmuni

0
1740

Uno studio recente ha evidenziato come i pazienti con vitiligine spesso soffrono anche di altri disturbi su base autoimmune: molto probabilmente, quindi, anche la vitiligine riconosce una causa autoimmune.

pelle

La vitiligine è una patologia in cui si assiste a una perdita del pigmento principale della cute ovvero la melanina: tale fenomeno colpisce con uguale frequenza uomini e donne, di qualunque razza; il disturbo non costituisce una forma di cancro della pelle e non è assolutamente un’infezione contagiosa, ma determina semplicemente una depigmentazione irregolare di pelle e mucose.

Nello studio in questione condotto su un campione di 1.100 pazienti con vitiligine si è visto che il 19,8% dei pazienti ha evidenziato l’esistenza di almeno un’altra patologia su base autoimmune in comorbilità e il 2,8% ha segnalato la presenza di più di una di queste comorbilità.

Le due malattie più comuni presenti insieme alla vitiligine sono risultate essere i disturbi della tiroide e l’alopecia areata; dallo studio è risultato che soprattutto le pazienti di sesso femminile con vitiligine erano gravate anche da disfunzioni tiroidee, mentre la stessa associazione non è stata riscontrata nel sesso maschile; questo dato invita a riflettere sull’importanza di effettuare screening annuali per la funzionalità tiroidea nei pazienti affetti da vitiligine.

Dallo studio è anche emerso come i  pazienti con almeno una malattia autoimmune in comorbidità,  tendevano ad  evidenziare chiazze di vitiligine  molto più ampie  rispetto a coloro che non avevano una malattia autoimmune in comorbidità; nei pazienti con comorbidità, infine, l’età di insorgenza di vitiligine si è rivelata è più avanzata rispetto ai pazienti senza comorbidità. È bene ricordare che al momento non esistono trattamenti in grado di risolvere la vitiligine: il disturbo si tiene a bada in primis con l’applicazione di creme con adeguato fattore di protezione solare che servono a evitare le scottature nelle zone del derma non protette dai melanociti e a rendere meno evidente il contrasto fra la pelle con un normale contenuto di melanina e quella che ne è rimasta sprovvista, esistono poi molti prodotti di dermocosmesi che aiutano a rendere meno evidenti le macchie presenti.

Gill L. et al. Comorbid autoimmune diseases in patients with vitiligo: A cross-sectional study . J Am Acad Dermatol. 2015 Oct 27. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here