Preparazioni magistrali dimagranti, respinto il ricorso contro il decreto del 4 agosto 2015

0
311

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso di Sifap e Asfi contro il decreto del 4 agosto 2015. Con la sentenza n. 2225/2017, pubblicata in data 9 febbraio 2017, i giudici hanno rifiutato la tesi dei ricorrenti secondo la quale il provvedimento sarebbe stato preso senza gli adeguati pareri di Cts, la commissione tecnico-scientifica dell’Aifa, e Iss.

Quindi, alla luce di questa decisione, permane il divieto di prescrivere, per i medici, e di allestire, per i farmacisti, “preparazioni magistrali a scopo dimagrante contenenti i principi attivi triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione e topiramato, nonché preparazioni magistrali contenenti i medesimi principi attivi in combinazione associata tra loro”.

Questa sentenza pone un arresto alla serie di ricorsi accolti per i preparati magistrali a base di efedrina e pseudoefedrina a gennaio.

L’inchiesta di Farmacia News

Farmacia news, sul fascicolo di febbraio, ha dedicato l’inchiesta a questo tema di grande interesse sia per i medici sia per i farmacisti preparatori sia per i pazienti che si trovano ad affrontare una vera e propria patologia come l’obesità.

[sociallocker] [/sociallocker]

 

Articoli correlati:

Decreto dimagranti, poche idee ma confuse

Decreto esclude altre sostanze dalle preparazioni magistrali a scopo dimagrante

Divieto di 8 principi attivi nei preparati magistrali a scopo dimagrante

Vietati i magistrali a base di fenilpropanolamina/norefedrina

Le puntualizzazioni di Sifap in merito alle terapie farmacologiche anti obesità

Divieto di prescrizione di preparazioni magistrali contenenti il principio attivo efedrina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here