Servizi personalizzati e assistenza ai pazienti con il digitale

0

La pandemia ha costretto le farmacie a utilizzare in modo repentino una serie di soluzioni digitali per far fronte alle emergenze. Soluzioni che si possono rivelare utili strumenti di business indipendentemente dal Covid-19

Più che dire che la pandemia globale ha cambiato molte cose, forse sarebbe meglio dire che ha cambiato quasi tutto. Questo momento storico ha rivelato quanto siano importanti le farmacie quando tante altre attività sono state costrette a fermarsi. Anzi, i farmacisti sono stati chiamati a servire i loro pazienti in modi che non avrebbero mai immaginato, come l’invio delle ricette tramite messaggistica, il ritiro dei farmaci tramite servizi di click&collect, la consegna a domicilio di prescrizioni e OTC, videoconsulti e così via. Un ruolo cruciale in tutte questa attività di supporto alla farmacia lo ha svolto la digitalizzazione, ovvero l’impiego di una piattaforma digitale e di comunicazione che include siti Web, app mobili, IVR e marketing digitale. Per far fronte all’emergenza in atto, l’adozione della digitalizzazione è dovuta avvenire in un modo decisamente repentino. Al contrario di quanto avviene solitamente quando un cambiamento tende a essere lento perché siamo coinvolti nelle nostre vite e troviamo conforto nel fare le cose nel modo in cui le abbiamo sempre fatte. E ciò fa sembrare la rapida adozione di nuove tecnologie troppo rischiosa, troppo difficile o addirittura inutile. Invece, l’adozione di nuove ed efficaci strategie di marketing digitale può portare qualsiasi farmacia indipendente a essere immediatamente notata da nuovi pazienti e, potenzialmente, aumentare la crescita e la redditività a lungo termine.

Farsi conoscere con il marketing digitale

Ci sono tre aree chiave che le farmacie possono impiegare quando utilizzano il marketing digitale: motori di ricerca, social media ed e-mail. Sono aree piuttosto vaste, che presentano alcune sovrapposizioni, ed è per questo che il blog o il contenuto della pagina di destinazione di un sito web possono fungere da spina dorsale per tutte e tre. Le tecniche di marketing digitale possono aiutare anche a riportare indietro i pazienti che potrebbero avervi abbandonato a favore delle farmacie che forniscono i propri servizi online.

I motori di ricerca sono uno strumento potente che può fare molto comodo alla farmacia indipendente, a patto però che ci si prenda cura di alcuni degli elementi essenziali della SEO. Se non è già stato fatto, è bene assicurarsi che la propria farmacia indipendente sia mostrata da Google Maps. Questo è facile e gratuito: registrandosi a Google My Business si ottiene un profilo aziendale su Google. In tal modo, ogni volta che qualcuno cerca in generale le farmacie nella sua zona o in modo specifico la vostra attività, ottiene un profilo aziendale che include informazioni pertinenti.

Quasi il 65% dei consumatori si fida implicitamente dei farmacisti. Occorre difendere questa fiducia costruendo una presenza sui social media che aiuti il vostro pubblico principale a capire chi siete e perché aggiungete valore rispetto ai marchi più grandi. È anche un ottimo modo per avviare una conversazione con i membri della vostra comunità e per contribuire a cementare la vostra presenza nella comunità che servite. Probabilmente vorrete concentrare la vostra attenzione sulle più grandi piattaforme di social media (come Facebook, Twitter e Instagram), che offrono gli strumenti più semplici per il coinvolgimento e la discussione. Non tralasciate però LinkedIn e YouTube: l’uso di queste piattaforme può essere molto efficace per far conoscere i vostri servizi e prodotti alla comunità a cui appartenete.

L’e-mail infine è un modo efficace per condividere informazioni utili, dai semplici consigli sul benessere ad aggiornamenti sul lancio di una nuova offerta di servizi. Questo strumento è tracciabile, quindi permette di vedere chi ha aperto ogni e-mail e chi ha cliccato su uno qualsiasi dei link all’interno. L’e-mail può essere mirata e personalizzata, il che è particolarmente utile se si desidera comunicare con pazienti che stanno gestendo determinati stati di malattia. È inoltre uno strumento molto efficace per indirizzare il traffico verso il sito web della farmacia o alle pagine dei social media.

Smartphone e tablet due grandi alleati

Le applicazioni mobili specifiche per la farmacia sono una delle tendenze digitali in più rapida crescita e possono avere un grande impatto sul business. Possono infatti essere utilizzate per avvisare i clienti quando le prescrizioni sono pronte, fare acquisti, suggerire articoli aggiuntivi in base agli algoritmi dell’acquirente, offrire coupon e sconti su misura per le abitudini del cliente. La domanda del mercato per esperienze digitali più snelle è aumentata anche con l’uso diffuso di dispositivi mobili. Secondo i dati di GSMA Intelligence, ad aprile 2020 globalmente ci sono state 10,27 miliardi di connessioni mobili, il 25% in più rispetto alle persone nel mondo (7,8 miliardi). A fronte di questo panorama, le farmacie dovrebbero adattare non solo la messaggistica e il marketing agli spazi digitali, ma anche le loro offerte e i servizi principali. Visto che gli viene offerta l’opportunità, la grande maggioranza delle persone sceglierà la via messaggistica piuttosto che avviare un contatto tramite un sito web aziendale. Con un’app come Whatsapp, farmacisti e pazienti possono scambiarsi messaggi direttamente, semplificando la raccolta delle prescrizioni e la condivisione delle informazioni sanitarie. Questo può anche ridurre i tempi di attesa e le telefonate e consentire ai farmacisti di concentrarsi maggiormente sull’interazione personalizzata con il paziente in negozio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here