Farmacia e social network, le possibilità offerte da LinkedIn

0
1926

Comunicare la propria identità e i propri valori su LinkedIn è utile alla farmacia, che può sfruttare le potenzialità di questo social network attraverso la creazione di una pagina aziendale e la costruzione di una rete di contatti di qualità

LinkedIn è un social network nato come principale strumento di sviluppo di contatti professionali e come mezzo di diffusione di contenuti orientati al mercato del lavoro. Questa definizione, tuttavia, era esaustiva fino a qualche anno fa: oggi LinkedIn si è evoluto e non è solo il social network in cui pubblicare il proprio curriculum e cercare l’offerta di lavoro più adatta alle proprie caratteristiche ma uno spazio online in cui gruppi di discussione dibattono su temi specialistici e di attualità e un luogo virtuale in cui ogni impresa o istituzione comunica la propria identità e i propri valori. Si può arrivare ad affermare che se un’azienda non esiste su questa piattaforma social… allora non esiste proprio! Questo è un punto di partenza da tenere in considerazione anche per una farmacia.

Creare un company profile

Lo strumento più adatto a una farmacia è la pagina aziendale. Non è una semplice ‘carta di identità’ con i dati anagrafici, gli orari di apertura e l’indirizzo ma uno spazio in cui esplicitare i punti di forza, gli obiettivi, i servizi e la vision della propria attività. Descrizioni come “La Farmacia XY è aperta dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 nei giorni feriali” non sono sufficienti ed efficaci in un profilo aziendale di LinkedIn. È preferibile scrivere, ad esempio: “La Farmacia XY è gestita dalla famiglia YX che da oltre 30 anni rappresenta un punto di riferimento per la città di YY. Con l’esperienza di due generazioni di farmacisti, sono offerti prodotti che vanno dalla medicina tradizionale all’omeopatia, dalla cosmetica agli integratori. I dottori YX e XY sono specializzati in …”. Per creare un company profile è sufficiente inserire il nome della pagina – corrispondente al nome della Farmacia – e un indirizzo email valido. In seguito, è consigliabile aggiungere la Url del sito internet, due immagini (profilo e copertina) e infine compilare le diverse sezioni proposte.  Tra le varie informazioni, è importante inserire correttamente la sede in cui si esercita per essere ritrovati facilmente attraverso il motore di ricerca interno al social network.

Il profilo personale

LinkedIn nasce per il collegamento tra professionisti. Spesso una farmacia  è rappresentata e legata a doppio filo con la figura del farmacista che la possiede o la gestisce. Non si può fare comunicazione con un profilo aziendale, dimenticandosi di quello che viene scritto sui profili personali dei dipendenti e dei proprietari. La reputazione di una farmacia è quindi strettamente connessa a quella dei farmacisti che vi operano.

Alessandro Gini, autore di linkedin4business.it, ha pubblicato per Randstad Italia – società che si occupa di ricerca, selezione e formazione di risorse umane – una guida con alcuni consigli sui profili personali. Rivedendoli nell’ottica di un farmacista, bisogna innanzitutto non trascurare le informazioni di primo impatto. Su LinkedIn – ma è una regola che vale in generale sul Web – è molto importante quello che si visualizza nella prima schermata visibile agli utenti. Attenzione quindi ad avere una foto del profilo professionale –  ad esempio con il camice – un ruolo chiaro e un summary in cui raccontare brevemente sé stessi in maniera autorevole. In secondo luogo, bisogna inserire le esperienze lavorative più importanti della propria carriera e più idonee ad attrarre utenti potenzialmente interessati. LinkedIn permette ora di aggiungere anche contenuti multimediali, quindi, ad esempio, è possibile inserire la foto di alcuni servizi realizzati in farmacia oppure il white paper di una ricerca condotta di recente. Inoltre bisogna creare una rete di contatti con le figure ritenute più importanti, dai colleghi ai fornitori, dagli opinion leader del settore ai clienti. Infine non bisogna dimenticare di essere attivi: LinkedIn non è più la sola vetrina dei CV ma dà spazio anche a commenti, post, like come gli altri principali social network. È consigliato quindi scrivere su argomenti di propria competenza, commentando ad esempio la notizia in ambito farmaceutico di maggiore attualità o parlando delle ultime novità sui prodotti da banco o sulla dermocosmesi. Naturalmente è fondamentale il collegamento tra la pagina aziendale della farmacia e i profili del proprietario e degli altri farmacisti che vi lavorano. Alla voce ‘posizione attuale’ bisogna infatti inserire e linkare proprio la pagina aziendale della farmacia.

I gruppi

Per essere visibili a utenti realmente interessanti, è necessario creare una rete di contatti che sia di qualità. I profili con cui connettersi possono essere persone conosciute ‘realmente’ nella vita offline ma anche esperti, persone interessate allo stesso settore o potenziali clienti. Per poter trovare questi utenti affini in maniera efficace, bisogna utilizzare un altro strumento di LinkedIn: i gruppi. Secondo Mirko Saini, autore di linkedincaffe.it, i gruppi sono in sintesi una sorta di club composto da membri che condividono gli stessi interessi e/o passioni. Sono l’ambiente ideale in cui far conoscere la propria attività, commentare, diffondere le idee e creare relazioni. I gruppi possono essere aperti a tutti o a utenti selezionati da un moderatore. Grazie a queste vere e proprie community è quindi possibile aggiornarsi sugli argomenti di proprio interesse, fare networking di estrema qualità e brand awareness di sé stessi e della propria azienda. Il farmacista che partecipa attivamente alle discussioni in gruppi di settore può farsi conoscere da altri utenti affini e diffondere i valori e le esperienze della propria farmacia.

Le posizioni di lavoro

LinkedIn, infine, resta sempre il social più adatto alla ricerca di personale competente. Una farmacia che vuole assumere un nuovo dipendente può utilizzare in maniera idonea lo strumento della Job Position. Tramite la pagina aziendale è possibile anche attivare una sezione relativa alle ricerche di lavoro in cui postare le singole posizioni lavorative attive. Anche tramite la ricerca di personale viene diffuso il nome della propria farmacia e/o del titolare. Ricercare un candidato tramite LinkedIn permette di accedere a una platea più vasta di possibili talenti e quindi non solo trovare il professionista più adatto ma anche farsi conoscere da altri possibili interessati.

Leggi anche Engagement del paziente-cliente: perchè essere su Facebook

Guarda gratuitamente il video tutorial "Facebook Insight" estratto del corso "La Comunicazione Social per il Farmacista"

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here