Al via la vendita online di farmaci

0

Tutto pronto dal Ministero per la vendita dei farmaci online. La palla, però, passa ora alle Regioni.

vendite online

Finalmente la vendita online dei farmaci senza obbligo ricetta potrà iniziare. Il Ministero della Salute ha infatti in questi ultimi giorni varato il Decreto 6 luglio 2015 per la  Predisposizione del logo identificativo nazionale per la vendita online dei medicinali. Ma non è tutto: il Ministero ha anche attivato sul proprio portale l’area dedicata con tutte le indicazioni e la modulistica con chiare indicazioni sulla procedura da seguire.

Se il Ministero sembra quindi aver predisposto tutto, le Regioni non hanno per il momento tenuto il passo. La procedura prevede infatti che le farmacie e gli esercizi commerciali che intendano vendere online medicinali senza obbligo di prescrizione debbano, per prima cosa, richiedere l’autorizzazione  alla Regione o alla Provincia autonoma. A seguire dovranno richiedere la registrazione nell’elenco degli esercizi  autorizzati  alla vendita online dei medicinali senza obbligo di prescrizione  e, contestualmente, richiedere il rilascio da parte del Ministero del logo identificativo nazionale da apporre sulle pagine del sito internet attraverso le quali si effettua la vendita.

Come si legge sul portale di Federfarma però: “Al momento risulterebbero soltanto un paio le amministrazioni che hanno già provveduto; è probabile che la Circolare diffusa ieri dal Ministero convincerà altre Regioni a mettersi velocemente in moto, ma c’è il rischio che non dappertutto si procederà con la stessa solerzia”. Evidentemente questo sarebbe un bel problema perché la nota rilasciata dal dicastero fa chiaramente intendere che senza autorizzazione regionale non si potrà procedere con gli step successivi.

Le principali regole della vendita online

Secondo quanto riportato dalla Circolare 26 gennaio 2016 “Vendita on line dei medicinali senza obbligo di prescrizione ai sensi dell”articolo 112-quater del decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219″, sono:

  1. Vietati gli sconti speciali solo sul web;
  2. Possibili le pubblicazioni di foto del confezionamento primario o secondario dei farmaci;
  3. Ammesse le trascrizioni sul web, solo integralmente, delle indicazioni e avvertenze autorizzate;
  4. Vietate le immagini e i testi provenienti dalla comunicazione pubblicitaria dei prodotti;
  5. Ammessi alla vendita i farmaci il cui trasporto verrà effettuato nel rispetto delle linee guida in materia di buona pratica di distribuzione.

Il Logo Identificativo Nazionale, inoltre, dovrà essere chiaramente visibile su ciascuna pagina del sito web della farmacia o dell’esercizio commerciale dedicata alla vendita di medicinali.

Cliccando sul Logo si viene rinviati al sito web del ministero della Salute dove è possibile verificare se il venditore on-line è registrato nell’elenco di quelli autorizzati. In caso affermativo, si può essere certi che il medicinale che si sta per acquistare proviene da una fonte legale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here