Cosa fare se l’antibiotico fallisce nella terapia per l’acne

0

Uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the American Academy of Dermatology e condotto presso la NYU Langone Medical Center di New York City ha evidenziato come sia troppo comune la tendenza a tergiversare con la terapia antibiotica in caso di acne grave, anche senza evidenti miglioramenti, piuttosto che passare rapidamente ad altra terapia più efficace.

In pratica da questa ricerca si comprende che spesso il medico aspetta troppo prima di sostituire una terapia inefficace con antibiotici in caso di acne, tra le motivazione c’è il fatto che questi farmaci sono visti come più sicuri rispetto ad altre opzioni terapeutiche.

Gli autori del lavoro di ricerca hanno esaminato le cartelle cliniche di 137 pazienti, tutti di età superiore ai 12 anni, curati per l’acne presso il centro di ricerca fra il 2005 e il 2014. In media in caso di un trattamento con antibiotici per l’acne anche non efficace sono trascorsi 11 mesi prima del passaggio ad altra terapia più efficace, intentata sempre con il farmaco isotretinoina.

Acne, scars and keloids in the face of a man.

I medici cercano di ritardare il più possibile la prescrizione di isotretinoina a causa del fatto che la sostanza è potenzialmente teratogena e per il fatto che può indurre importanti effetti collaterali quali la depressione. I pazienti, dal canto loro, avvertono la terapia antibiotica come più sicura rispetto a quella con isotretinoina: passano mediamente 6 mesi dalla prima volta che il medico prospetta una terapia con isotretinoina e il momento in cui effettivamente il paziente inizia ad assumere il farmaco.

L’uso di isotretinoina può effettivamente comportare tutta una serie di eventi avversi, ma gli effetti collaterali connessi con l’uso di antibiotici a lungo termine sono spesso trascurati, ma possono essere molto gravi; è bene sottolineare che un’assunzione di antibiotici inefficaci ai fini del trattamento dell’acne, ma prolungata nel tempo espone al forte rischio di sviluppo di resistenza batterica, con la beffa che poi, comunque, si deve ricorrere alla prescrizione di isotretinoina. Succede spesso che tergiversare prima di arrivare all’isotretinoina, nei casi gravi, determina la formazione di vere e proprie cicatrici che lasciano sulla pelle segni indelebili.

Seth J. Orlow, MD, Phd et al. The use of oral antibiotics before isotretinoin therapy in patients with acne. Journal of the American Academy of Dermatology, October 2015 DOI: 1016/j.jaad.2015.09.046

 Ti è piaciuto questo articolo? Rimani sempre informato con FarmaciaNews.it. 

Iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here