Efsa aggiorna la banca dati sui consumi di alimenti e bevande

0

L’Autorità europea per la sicurezza degli alimenti (Efsa) ha rilasciato la versione aggiornata del Comprehensive European Food Consumption Database (CEFD) con i dati raccolti nei vari Stati membri nell’ambito del progetto “Eu Menu”. Partito nel 2011, questo programma ha coperto le diverse fasce di popolazione da 0 a 75 anni e ha incluso anche la categoria dei “new foods”, come per esempio le bevande energetiche. “Rendere disponibili dati armonizzati e dettagliati sui consumi di alimenti nell’Ue è stato uno degli obiettivi di lungo periodo del’Efsa. Oggi questo è diventato realtà grazie al duro lavoro degli Stati membri”, ha commentato la responsabile del progetto “Eu Menu”, Sofia Ioannidou.

bevande

Una graduale evoluzione

La storia del progetto risale al 2005, quando il comitato scientifico di Efsa ha dato avvio al processo, che è poi culminato nel 2008 con l’inizio della raccolta dei dati sui consumi alimentari degli adulti a livello di singole nazioni, convogliati nella Concise Database. Il nuovo Comprehensive database rappresenta la naturale, e molto più dettagliata, evoluzione di questo primo sforzo e contiene dati classificati secondo i criteri del sistema FoodEx2, che permette una descrizione più precisa, fin nei dettagli, dei vari cibi e bevande. Anche le fasce di popolazione coinvolte nell’indagine sono state estese rispetto alla versione precedente. È disponibile anche una linea guida per aiutare gli interessati nella consultazione della banca dati (la trovi qui).

Uno strumento per la valutazione dei rischi

Il Comprehensive European Food Consumption Database rappresenta un importante strumento pensato dall’Autorità per la sicurezza alimentare per poter identificare in modo rapido e più preciso i possibili pericoli per la salute legati al consumo di cibi e bevande (oltre che all’assunzione di nutrienti) nei diversi paesi dell’Unione.
Tra i vari dati a disposizione vi sono quelli relativi all’esposizione acuta e cronica alle sostanze e agli organismi che entrano nella catena alimentare, suddivisi per popolazione totale, consumatori e per quantità espresse in g/die o g/die/kg di peso corporeo
I dati relativi ai diversi paesi sono divisi in diverse categorie, sulla base dell’età, dei gruppi alimentari, delle tipologie di consumo (normale o elevato).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here