Nasce il progetto “Rare Lives: il significato di vivere con una malattia rara”

0
Foto di Aldo Soligno
Foto di Aldo Soligno

Dietro a ogni malattia rara c’è una persona, la storia di una famiglia, affetti, sogni e speranze. Per rendere omaggio ai milioni e milioni di genitori, fratelli, nonni, coniugi, familiari e amici il cui quotidiano sostiene l’impatto della malattia nella vita dei pazienti con patologia rara, il 28 febbraio l’edizione 2015 della Giornata delle Malattie Rare ha come tema “Vivere con una malattia rara” e lo slogan è “Giorno per giorno, mano nella mano”. Una campagna di sensibilizzazione internazionale, per la quale è stato creato un video ad hoc, concepita per aumentare consapevolezza e informazione sulle malattie rare e su quale è il loro impatto nella vita di chi ne è colpito, nella società in generale e tra i decisori pubblici in particolare.
Tipicamente croniche e debilitanti, le oltre 7000 malattie rare a oggi identificate hanno enormi ripercussioni sulla vita dell’intera famiglia delle migliaia di pazienti affetti da queste patologie. Senza contare i tanti malati, ancora oggi senza diagnosi, che vivono una condizione ancora più difficile in un contesto già complicato.
La natura complessa delle malattie rare, unita a un accesso limitato alle cure e ai servizi, significa che in molti casi sono proprio i membri della famiglia la fonte primaria di solidarietà, sostegno e cura per i malati che li accompagnano “Giorno per giorno, mano nella mano”. Per celebrare la Giornata con un progetto di sensibilizzazione che trasmettesse questo messaggio e facesse emergere le persone oltre la malattia Uniamo Fimr onlus insieme al fotografo Aldo Soligno, grazie al contributo non condizionato di Genzyme – società del gruppo Sanofi, focalizzata sullo sviluppo di terapie innovative per i pazienti affetti da Malattie Rare e Sclerosi Multipla – e in collaborazione con Echo Photojournalism e l’agenzia Eventi Digitali – che ha curato la parte di comunicazione sui social media – ha dato il via al progetto “Rare Lives – il significato di vivere una vita rara». Un foto racconto sulla qualità di vita di chi combatte con una patologia rara. Per fare questo Aldo Soligno ha visitato 7 paesi europei: Polonia, Romania, Portogallo, Francia, Danimarca, Olanda e Italia raccontando storie di vita vissuta e nei prossimi mesi visiterà altri 3 Paesi per concludere il lavoro che produrrà anche una mostra e un libro.
“In Europa 30 milioni di persone soffrono di una patologia rara e questo progetto dà loro visibilità, forza e attenzione, costruendo una rete che unisce le esperienze di chi vive questa condizione e rende partecipe chi non la vive”, spiega Renza Barbon Galluppi, presidente di Uniamo Fimr onlus.
Per condividere ogni fase del reportage fotografico è stato creato dall’agenzia Eventidigitali il sito, e sono state aperte pagine dedicate sui principali social network.
“Il rapporto attivo e costante con il pubblico rappresenta l’elemento centrale del progetto”, spiega Aldo Soligno, “Rare Lives è un’iniziativa che continuerà ad alimentarsi e rinnovarsi nel tempo attraverso il sostegno dei suoi follower. L’obiettivo è quello di realizzare un libro, un ebook e una mostra che girerà l’Europa. Collegandosi al sito di crowdfunding, il più importante per iniziative che riguardano cause umanitarie e beneficenza, è infatti possibile fare una donazione o diventare parte attiva del progetto contribuendo così al suo proseguimento”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here