Perché automatizzare la farmacia

0

Le valutazioni per il giusto investimento

La domanda corretta da porsi è: “cosa succede se non automatizzo la mia farmacia?”
E inoltre, “riuscirò ad affrontare le continue richieste del mercato mantenendo inalterata la mia organizzazione?”.
Quello che si sta verificando in farmacia è un processo industriale conosciuto e che ha
visto numerose applicazioni nel corso dello sviluppo economico a diversi settori, sia
produttivi che commerciali.
Quando il divario tra costi produttivi e fatturato aumenta al punto tale da mettere a rischio i ricavi, allora entra in gioco l’adozione dell’automazione, ossia demandare gran parte delle attività svolte dall’uomo a un robot collaborativo.

Lo scenario

Farmaci generici, integratori, SOP/OTC hanno generato un aumento esponenziale delle
referenze e provocato una vera e propria “polverizzazione delle giacenze di magazzino”.
Dunque, diventa necessario ricalibrare tutte le attività che oggi richiedono un notevole
impegno da parte dello staff, su tutte le fasi operative principali:

  • reperimento delle referenze al banco;
  • carico degli ordini;
  • gestione delle scadenze.

I bisogni

In questo nostro ragionamento vogliamo dire che la farmacia, oggi, ha delle esigenze
diverse rispetto al passato.
I bisogni e le necessità sono cambiati: è quindi fondamentale che i titolari ne siano
pienamente consapevoli.
Abbiamo voluto sintetizzare il tutto in tre fondamentali bisogni:

  • gestire meglio il tempo;
  • avere più spazio;
  • mantenere la redditività.

L’automazione come soluzione

L’automazione gioca (e giocherà sempre di più nel corso degli anni avvenire) un ruolo
fondamentale nel soddisfare i bisogni e le necessità delle farmacie.
L’automazione riallinea il tempo: concede nuovi attimi preziosi, oggi dedicati al
reperimento del prodotto, che il farmacista potrà utilizzare per la consulenza e per le
attività a più alto valore quali, ad esempio, cross-selling (vendita abbinata) o up-selling (vendita alternativa).
L’automazione salvaguarda gli spazi: ottimizza il back-office, creando un ambiente di lavoro più ordinato e vivibile per tutto lo staff e permette di incrementare l’area espositiva, traducibile in un aumento dei metri lineari di esposizione con conseguente opportunità di vendita nell’area retail.
L’automazione genera redditività: tempo e spazio sono variabili strategiche. L’automazione ne permette l’ottimizzazione generando un aumento della redditività.

GOLLMANN, stakeholder per la farmacia

Le soluzioni di magazzino di Gollmann Italia nascono per soddisfare questi bisogni.
Tecnica di trasporto interna, uscite dirette, doppio braccio prensile opzionabile su tutte le
configurazioni, vendita interlacciata, modulo Rapid: sono solo alcuni degli aspetti che
permettono all’automazione Gollmann di ricalibrare il tempo a favore della figura
professionale del farmacista.
L’armadio mobile come tecnologia di stoccaggio, disponibile solo nei magazzini automatici Gollmann, permette una capacità di contenimento senza paragoni; lo spazio è salvaguardato e l’estrema flessibilità offre soluzioni di installazione anche in farmacie con spazi estremamente ridotti o situazioni architettoniche complesse.
L’automazione Gollmann diventa un fedele alleato dell’impresa farmacia riducendo i costi
di gestione e aumentando i ricavi: ottimizzazione degli spazi, gestione automatizzata delle scadenze, aumento dell’area espositiva, costi di installazione ridotti al minimo e tanto altro, si traducono in un unico vantaggio: aumento della redditività.

www.gollmannitalia.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here