Protezione speciale per le farmacie

0

“Le rapine ai danni di attività commerciali, incluse farmacie, a oggi registrano un incremento del 6% passando dalle 422 del 2012 alle 448 del 2013.  Le attività di contrasto, poste in essere dalle Forze di Polizia impegnate sul territorio milanese, hanno fortemente consentito di contenere questo fenomeno per il quale si è registrato un lievissimo aumento”. Questo è il dato presentato dalla Polizia di Stato e  dall’Arma dei Carabinieri  nel corso di un incontro tenutosi presso la sede di Federfarma Milano, alla presenza del presidente nazionale Annarosa Racca. “Il fenomeno in generale è contenuto”, ha spiegato il questore di Milano, Luigi Savina, “a essere maggiormente interessate, sono però le farmacie per le quali, d’intesa anche con l’Arma dei Carabinieri, sono state pianificate future lezioni di sicurezza nel corso delle quali verranno fornite indicazioni e accorgimenti utili a prevenire questo tipo di reato”.
Durante l’incontro è stata sottolineata la risposta istituzionale a questo tipo di fenomeno, che ha portato alla risoluzione del 71% delle rapine consumate solo nel 2013 a fronte del 56% dell’anno precedente. “Il raggiungimento dei ragguardevoli risultati”, prosegue il questore Savina, “che diverranno importante fattore di deterrenza, è dipeso oltre che dagli accorgimenti seguiti dagli addetti ai lavori e da un sempre maggiore e capillare controllo del territorio da parte delle Forze di Polizia, anche dalla operatività di un innovativo strumento di cui si è dotata la questura di Milano, il Keycrime, software in grado di individuare precise aree urbane e obiettivi a rischio consentendo di pianificare mirati servizi di prevenzione e controllo del territorio che hanno già portato alla cattura di numerosi autori di rapine ricollegati a serialità criminali precedentemente isolate dall’applicativo”.
“Anche le farmacie puntano a una maggiore collaborazione al fine di prevenire questi accadimenti ammodernando gli strumenti di difesa passiva come la videosorveglianza”, ha dichiarato Annarosa Racca, “fornendo inoltre, la massima disponibilità a collaborare con la questura e seguendo le indicazioni e i consigli delle Forze dell’Ordine al fine di vincere questa battaglia, così come già accaduto in altri settori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here