Medicinali da consegnare al cliente, espositori da banco, ricette, terminali pos, penne, forbici: sono solo alcuni dei tanti oggetti presenti sul banco vendita di ogni farmacia. Viene da chiedersi: rimane un posto per lo scanner? La risposta è sì: i nuovi scanner Epson Workforce sono veloci e super-compatti, e possono digitalizzare anche le tessere sanitarie.

Inoltre, grazie a un aggiornamento dei rimborsi SISS, confermato da Federfarma Lombardia, le farmacie lombarde hanno oggi l’opportunità di acquistare scanner, indispensabili alla luce del progetto di scansione del contenuto del sacco delle ricette che verrà implementato nei prossimi mesi. Il progetto promuove la dematerializzazione e favorisce il miglioramento dell’operatività, ma anche la sostenibilità ambientale, uno dei pilastri del PNRR; in questo modo il lavoro diventa decisamente più snello e organizzato.

Una scansione veloce e immediata permette non solo di servire più clienti, ma va anche a vantaggio dell’organizzazione del lavoro: niente più pacchi di ricette da digitalizzare la sera.

 Per le farmacie lombarde, al costo dello scanner ci pensa SISS

Per quanto il costo di uno scanner non sia confrontabile con i vantaggi ottenibili col suo utilizzo, la questione del prezzo è irrilevante in questo caso, visto che grazie al contributo SISS (fino a 710€) è possibile modernizzare la farmacia abbracciando in pieno il concetto di digitalizzazione.

Nell’ampia gamma Epson, i quattro modelli più adatti sono: ES-C320W, ES-C380W, DS-C330, DS-C490, tutti contraddistinti dalle dimensioni molto ridotte (296x104x125mm LxPxA), per non occupare spazio prezioso sul banco di vendita. Questa nuova famiglia di scanner super-compatti, oltre all’acquisizione delle “impegnative rosse”, può scansionare qualsiasi documento in formato A4 con grammatura da 40 a 413 g/m² e anche la tessera sanitaria o altri documenti plastificati: una comodità non indifferente per il farmacista che spesso ha persone in coda che attendono.

Il risultato è una maggiore efficienza e una decisa riduzione dei tempi di attesa.

Per le farmacie si tratta di cogliere una nuova sfida per stare al passo con i tempi e diventare sempre più un intermediario – tra la figura del medico e i pazienti – aperto a nuove modalità operative, più innovative e in costante evoluzione. Il tutto senza perdere tempo in attività che non generano valore aggiunto.

Per ulteriori informazioniepson_scanner_solutions@epson.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here