Tuenda, il Punto sulla farmacia dei servizi

0

Obiettivo principale della bolognese Tuenda è quello di diventare una realtà di riferimento per tutti i farmacisti interessati a proporre alla loro clientela prestazioni di medicina estetica e fisioterapia – solo per citare alcuni esempi – a complemento di un catalogo ampio di dispositivi medici e di tecnologie

Eleonora Ponzin, tuenda
Eleonora Ponzin, Marketing Product Manager di Tuenda Italia

Nata nel 2014 all’interno dell’incubatore dell’Università di Bologna ma forte dell’esperienza ventennale dei suoi soci fondatori nel settore dell’hi-tech medicale, Tuenda è una realtà del made in Italy fortemente concentrata sulle attività di ricerca clinica. Queste ultime, orientate e supportate dalla costante attenzione alle esigenze del mercato, le permettono di focalizzarsi sugli sviluppi della medicina estetica e della fisioterapia offrendo una gamma di tecnologie in continua evoluzione.
Specializzata in particolare sulla progettazione e produzione di soluzioni elettromedicali e per la dermocosmesi, l’azienda si è posta l’obiettivo di diventare un punto di riferimento per tutte le croci verdi che puntano a crescere garantendo ai clienti un assortimento di servizi a 360 gradi.
A parlare a Farmacia News delle strategie della società è stata la marketing product manager Eleonora Ponzin.

Quali sono, dottoressa Ponzin, le principali richieste che i clienti rivolgono alle farmacie oggi?

Attualmente, i clienti di ogni età sono alla ricerca di soluzioni non invasive, indolori e sicure, senza ovviamente rinunciare all’efficacia e alla personalizzazione. Sono molto più pro-attivi e sensibili di quanto non fossero in passato nei confronti delle tematiche della prevenzione, del benessere e della cura dell’immagine, percepita sempre più come leva per migliorare la qualità della vita.
La clientela del nuovo millennio è più consapevole e informata circa le scelte da compiere per la salute della pelle, per esempio, e per questo desiderano stringere una relazione più attiva e partecipativa con il farmacista.
In un contesto sempre più competitivo, quest’ultimo sente la necessità di trovare nuovi modi per differenziarsi, per aumentare la fedeltà dei suoi clienti e per rafforzare la relazione con loro.

Lo scenario è quello della farmacia dei servizi: come vi si sta avvicinando la Vostra azienda?

La creazione di una vera farmacia dei servizi è una strategia che raccoglie già i suoi frutti: noi di Tuenda partecipiamo a questa progettualità con soluzioni dalle caratteristiche pressoché uniche, non invasive e soprattutto efficaci. Proponiamo un nuovo modello che integra le specialità della medicina estetica e quelle della fisioterapia contando di riuscire ad abbracciare target di ogni età. Cerchiamo di guidare il canale-farmacia nella messa a punto di un business basato sul servizio. E tale da indirizzare bisogni spesso inevasi, a beneficio di un pubblico che riconosce nella croce verde moderna il primario hub di salute della comunità.
Per questo abbiamo dato vita al concept dei Tuenda Point.

Vorrebbe descrivere i tratti distintivi di questo Vostro paradigma di relazioni col pubblico?

L’idea dei Tuenda Point per la medicina estetica ruota attorno a un’offerta chiavi in mano di prodotti e servizi adatti a un’utenza potenzialmente molto vasta. Contrastare gli inestetismi più importanti, le problematiche legate all’invecchiamento, le rugosità evidenti del tessuto, quelle della pelle impura e acneica con un eccesso di produzione di sebo e delle pelli pigmentate in maniera non omogenea. Sono queste solo alcune delle finalità che ci siamo prefissi e per coglierle presentiamo una varietà di risorse raccolte in spazi il più possibile ridotti.
Fra queste, il sistema di analisi strumentale della pelle Skincad 3D. Basandosi su avanzati algoritmi della bioingegneria permette di eseguire un esame scientifico, accurato e non invasivo della condizione della pelle del viso, del collo e del décolleté. È perciò in grado di indicarne aspetti quali il livello di idratazione, la profilometria delle rughe, i livelli di sebo, le eventuali discromie e il grado di dilatazione dei pori. Al termine, produce un report personalizzato completo delle più efficaci strategie di intervento domiciliari – mediante prodotti dermocosmetici – oppure di tipo ambulatoriale, attraverso trattamenti da eseguire con dispositivi medici in farmacia.

Quali ritiene che siano le caratteristiche tecnologiche e le funzionalità di spicco di Skincad 3D?

Grazie a Skincad 3D il cliente prende visivamente coscienza della reale condizione della sua pelle. Sulla base dei risultati ottenuti il farmacista viene guidato nella scelta dell’approccio di trattamento più corretto e grazie alla funzione Confronta può mostrare i progressi conseguiti dal cliente nel tempo. Skincad 3D può essere utilizzato come strumento per la gestione del reparto di dermocosmesi in farmacia, in particolare a supporto della proposta della tipologia cosmetica più indicata per il cliente finale. Non da ultimo, il sistema è personalizzabile con diverse linee di prodotti di dermocosmesi.

Il ventaglio di applicazioni disponibili nei Tuenda Point include poi KEEP: vuole parlarcene?

KEEP, tuenda
Keep, device medico di foto-biostimolazione LED per l’auto trattamento di viso, collo e décolleté

KEEP è un dispositivo medico di foto-biostimolazione LED per l’auto trattamento di viso, collo e décolleté, anche senza il bisogno di ricorrere a una cabina estetica e al supporto di personale dedicato. KEEP utilizza tre tipologie di sorgenti di luce medicale per eseguire trattamenti non invasivi, indolore, efficaci e sicuri, guidati da protocolli medici certificati della durata di 20 minuti.
I trattamenti in oggetto sono comprovati da un’ampia letteratura scientifica e da una lunga ricerca clinica condotta in collaborazione con le università. Fondendo la ricerca clinica con gli studi di bioingegneria abbiamo concepito una tecnologia studiata in ogni particolare. Il risultato è un device focalizzato esclusivamente sul trattamento della pelle di viso, collo e décolleté, come detto, che parte dal tipo di LED medicali per arrivare alla particolare combinazione delle lunghezze d’onda e al modulo di irradiazione con assenza di contatto per eliminare il rischio di contaminazione incrociata. Il tutto, a fronte di una totale assenza di invasività e contatto.
I protocolli KEEP sono preimpostati: bastano pochi clic sul tablet e una app dedicata per eseguire procedure diverse: anti-aging, contro le discromie cutanee, per la pelle sensibile e le couperose, la pelle impura e la necessità di re-idratazione. Senza dimenticare, per concludere l’importanza dei trattamenti non farmacologici per l’acne.

Come si esprime invece l’attenzione di Tuenda nei confronti dei servizi di fisioterapia?

Anche in questo caso, l’azienda ha realizzato un Tuenda Point dedicato. Con l’evoluzione della farmacia dei servizi si sono aperti orizzonti inediti e il farmacista moderno è chiamato a esplorare modelli di comportamento rivoluzionari offrendo soluzioni innovative o alternative. In un panorama sociale di progressivo invecchiamento della popolazione, la farmacia ha l’opportunità oggi di farsi trovare pronta garantendo una molteplicità di servizi connessi al mondo della fisioterapia. Ma soprattutto deve far sì che queste soluzioni siano alla portata dei cittadini, dal punto di vista logistico.
Grazie ai Tuenda Point di fisioterapia il farmacista potrà offrire ai suoi clienti trattamenti di stimolazione muscolare, antalgici e drenanti, trattamenti contro la lombosciatalgia, i traumi muscolari, il dolore alla spalla e al collo, la gonalgia e la rizoartrosi. Accanto a quelli citati possono poi trovare spazio numerosi altri trattamenti per la cura delle condizioni muscolo-scheletriche.

DIVA ETT, Tuenda
DIVA ETT, strumento di elettro-tecarterapia

Il cuore del Tuenda Point è in questa circostanza rappresentato da DIVA ETT, fra i primi strumenti di elettro-tecarterapia disponibili al mondo. È una soluzione intuitiva, moderna e flessibile, che permette di intervenire su molteplici problematiche muscolo-scheletriche utilizzando protocolli testati che fanno tesoro della combinazione tra l’energia di radiofrequenza e l’elettroterapia. I vantaggi sono molteplici. L’aspetto più evidente è la riduzione dei tempi di trattamento che per conseguenza porta a una guarigione più veloce, grazie a una tecnologia all’avanguardia e curata nei minimi dettagli. DIVA ETT è stata infatti costruita con materiali di pregio e vanta un design attuale, del tutto in sintonia con il farmacista intenzionato a dare valore ai particolari d’arredo tipici del suo esercizio.

È possibile avere qualche anticipazione sui prossimi obiettivi e sviluppi della società?

Un passo importante nel 2019 è stato senz’altro l’elaborazione del concetto del Tuenda Point in farmacia, disponibile sia nella versione medicina estetica che in quella di fisioterapia. I modelli sono entrambi ormai testati e di successo, perché vanno al di là della semplice introduzione di tecnologie fine a sé stessa e mirano invece a una vera erogazione dei servizi da parte del canale-farmacia. Sono pacchetti di medicina estetica e fisioterapia chiavi in mano, un nuovo modello di business per il farmacista che crede nei servizi evoluti che differenziano l’offerta e incrementano il cross-selling.
In futuro contiamo di aggiungere nuovi servizi da erogare attraverso i Tuenda Point stessi. Grazie alla collaborazione tra il nostro team di ricerca e sviluppo e l’incubatore dell’università di Bologna, si può affermare che nei nostri reparti l’innovazione non si ferma mai. Molti ancora sono gli ambiti di applicazione da esplorare nel settore medicale e siamo sicuri di poter offrire nuovi servizi e sviluppare ulteriori tecnologie e differenti trattamenti in avvenire. Al riguardo abbiamo già molti progetti in cantiere, e contiamo a breve di uscire con delle importanti novità.
La crescita di Tuenda passa principalmente attraverso il mercato italiano ma interessa anche i mercati esteri. Alcuni possono dirsi consolidati, altri sono stati approcciati in tempi più recenti e devono essere coltivati. Siamo presenti in alcuni fra i panorami europei ed extra europei più sensibili al tema della medicina estetica non invasiva e siamo certi di poter aprire a breve ad altri, che stanno seguendo questa tendenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here