Un manuale teorico e pratico per le preparazioni veterinarie

0

Le preparazioni veterinarie offrono interessanti prospettive al farmacista per ampliare la sua attività, ma richiedono competenze a livello sia normativo sia di galenica. Un manuale pubblicato da Tecniche Nuove è la guida giusta per iniziare l’attività o implementarla

La salute degli animali da reddito e da compagnia è un problema sempre più sentito nella società moderna. Se per i primi si tratta di garantire standard qualitativi idonei a una salutare alimentazione umana, per gli animali da compagnia i comprovati benefici psicologici che derivano dal rapporto uomo-animale rendono sempre più frequente la loro presenza in ambiente domestico e con essa la necessità di cure veterinarie al bisogno. L’estrema varietà delle specie allevate e da compagnia, la differenza della taglia e delle caratteristiche specie specifiche comportano spesso la necessità di prescrizioni ad hoc con formulazioni veterinarie mirate e dosaggi dedicati.

preparazioni veterinarie

Per questo motivo le preparazioni galeniche veterinarie possono rappresentare per il farmacista preparatore un’interessante opportunità sia per ampliare le sue conoscenze e competenze sia di business. Di recente pubblicazione, il Manuale delle preparazioni veterinarie’ edito da Tecniche Nuove rappresenta un indispensabile supporto per il farmacista che desidera sviluppare questa attività nella propria farmacia, ma anche per il farmacista già esperto in queste preparazioni. “Il taglio del manuale è molto pratico; anche quando l’argomento richiedeva una trattazione teorica specifica ci siamo soffermati su quelle parti che hanno un’attinenza pratica per il farmacista, al fine di aiutarlo a superare le difficoltà nel produrre un galenico veterinario sia dal punto di vista normativo sia della preparazione vera e propria”, spiega il dottor Franco Bettiol, già autore per la stessa casa editrice di altri manuali di preparazioni galeniche.

Perché le preparazioni galeniche veterinarie in farmacia rappresentano un’opportunità per il farmacista preparatore?

L’estrema varietà oggi delle specie d’interesse veterinario, la sempre maggior necessità di medicinali dedicati, la significativa crescita della domanda dei medicinali per uso veterinario registrata negli ultimi anni fa intravvedere interessanti prospettive per le preparazioni galeniche veterinarie. Un ambito per certi versi non semplice da affrontare per il farmacista che decide di avviare questa attività sia per la complessità delle prescrizioni mediche sia per alcuni aspetti normativi che è importante conoscere.  Il Manuale delle preparazioni veterinarie rappresenta un efficace supporto in tal senso, capace di offrire al lettore un panorama quanto mai completo sull’argomento, perché scritto a più mani da farmacisti esperti in preparazioni veterinarie, Adalberto Fabbriconi, Pietro Lusignoli e Pietro Siciliano,  e da un medico veterinario, Giorgio Neri. Il mio contributo alla stesura di questo manuale è in qualità di esperto di preparazioni galeniche in farmacia.

Quali requisiti servono in farmacia per preparare dei galenici veterinari?

Sebbene la galenica veterinaria, ancor più di quella per uso umano, sia stata abbandonata dal farmacista, la farmacia da sempre è autorizzata alla produzione di medicinali galenici sia per uso umano sia per uso veterinario. La stessa tariffa nazionale, che è stata revisionata recentemente nel 2017-2018, prevede che essa venga applicata per tutti i medicinali sia per uso umano sia per uso veterinario. Il farmacista non deve quindi far nulla di particolare dal punto di vista normativo per iniziare la produzione di medicinali galenici per uso veterinario. Si tratta piuttosto di valutare quali forme farmaceutiche voglia realizzare al fine di acquistare gli eccipienti, gli aromatizzanti particolari o i principi attivi necessari.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here