Per una farmacia a misura di mamme e bambini

0
299

Spesso il servizio dedicato alle neo-mamme e alla prima infanzia si esaurisce in un impersonale scaffale di prodotti. Ben diversi risultati in termini di vendite e di fedeltà dei clienti si potrebbero avere da un’area dedicata, più accogliente e con svariati servizi. E per realizzarla non serve ristrutturare il negozio

Tutte le farmacie dedicano un’area alle mamme e alla prima infanzia; solitamente si tratta di una zona chiaramente distinguibile e con prodotti ben in evidenza, per semplificare la scelta. Non potrebbe essere diversamente visto che spesso le mamme sono di corsa e, se hanno con loro i propri bambini, potrebbero essere indotte ad accelerare gli acquisti a causa del limitato tempo di sopportazione dei più piccoli. Tuttavia, le cose potrebbero essere diverse se le mamme, oltre ai prodotti, trovassero anche un luogo dove potersi intrattenere piacevolmente e ricevere consigli e consulenza. O, addirittura, uno spazio dove lasciare per qualche minuto i bambini a divertirsi, potendo così muoversi liberamente nella farmacia. In quest’ottica, forse può valere la pena ripensare l’area adibita a mamme e prima infanzia per renderla sia più funzionale, in modo da soddisfare sia le differenti esigenze primarie di acquisto (rivolte al bimbo) sia quelle secondarie (della mamma e del suo stile di vita). E un cliente soddisfatto non solo fa più volentieri gli acquisti, ma è anche un cliente fedele che consiglia la farmacia che solitamente frequenta.

Da dove iniziare?

  • Quando entra in farmacia con il proprio bambino, la mamma si deve trovare in un ambiente piacevole dove fare acquisti in tutta tranquillità. Pertanto, oltre a prevedere un corner dedicato alla prima infanzia, offrite uno spazio riservato alle donne in dolce attesa e alle neo-mamme.
  • Per valorizzare maggiormente la specializzazione verso questa categoria comunicate che sono disponibili servizi di noleggio di varie apparecchiature (come bilance, tiralatte, aerosol, sterilizzatori e così via).
  • Allestite una zona in cui collocare una bilancia per pesare gratuitamente i neonati
  • Organizzate incontri periodici su argomenti di comune interesse e di grande utilità per le mamme (come la disostruzione pediatrica o il primo soccorso) con l’eventuale presenza di personale specializzato come pediatri, ostetriche o infermieri e psicologi.
  • Predisponete una lista nascita o un buono nascita, doni generalmente apprezzati dai neo-genitori che possono così scegliere con comodità e personalmente quanto occorre.
  • Se la superficie della farmacia lo consente, valutate la possibilità di creare un’area dove i bambini possono giocare o disegnare. Con i piccoli occupati, i genitori potranno fare acquisti in tutta tranquillità e il farmacista avrà più tempo per consigliarli. L’implementazione di uno spazio ‘bimbi’ è abbastanza semplice e ha un costo contenuto. Una posizione d’angolo è l’ideale. L’area potrebbe essere delimitata con dei cancelletti. I bambini dovrebbero poi aver a disposizione alcuni giochi da tavolo, puzzle con pezzi grandi, labirinti di perline, blocchi di plastica per disegnare e dei libri. Lo spazio da dedicare per allestire un angolo per bambini non deve necessariamente essere enorme, può bastare un’area che contenga almeno un tavolo e un paio di piccole sedie.
  • Un altro servizio socialmente utile, e che può semplificare la vita delle mamme, è l’angolo allattamento. Consiste nel proporre una zona accogliente, intima e facilmente riconoscibile, dove le madri possono allattare, coccolare, rassicurare e anche cambiare il loro bambino, riconciliando i loro tempi con le esigenze del neonato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here