Solo meno dell’1% dei farmaci che si vendono in rete solo legali, eppure sembra che 4 internatuti su 10 siano favorevoli all’acquisto sul Web. Se ne è parlato durante l’iniziativa di formazione e informazione dell’ordine dei farmacisti di Roma, con la collaborazione di Aifa, Comando dei Carabinieri e la partecipazione di Federfarma Lazio. «L’Ordine», ha spiegato il presidente Emilio Croce, «si è voluto impegnare su questo tema spingendo in particolare su due fronti: la formazione e l’informazione».

Durante il convegno Falsi da morire, dedicato ai crimini farmaceutici per iniziativa dell’Ordine dei Farmacisti di Roma, è stato presentato l'opuscolo informativo per i cittadini
Durante il convegno Falsi da morire, dedicato ai crimini farmaceutici per iniziativa dell’Ordine dei Farmacisti di Roma, è stato presentato l’opuscolo informativo per i cittadini

Formazione e informazione

L’Ordine di Roma ha organizzato e programmato specifici momenti di formazione per i farmacisti finalizzati a sviluppare le conoscenze dei farmacisti in materia di comunicazione dei rischi derivanti dai crimini farmaceutici per poter favorire una giusta comunicazione ai cittadini. Proprio per loro, l’Ordine ha anche preparato, in collaborazione con Federfarma Lazio, un opuscolo informativo. «200 mila copie saranno messe a disposizione delle farmacie della Regione», ha spiegato Croce presentando l’iniziativa durante l’evento. «Ma già altri Ordini, come quello della Lombardia, hanno manifestato interesse e quindi il progetto potrebbe anche essere esteso lungo lo Stivale».

L’opuscolo

Nato in collaborazione con Aifa e i Carabinieri dei Nas con il patrocinio della Regione Lazio, propone cinque semplici verità da conoscere per evitare i rischi del crimine farmaceutico.

Le verità in sintesi

  1. Meno di un farmaco su 100 di quelli offerti sul Web è sicuro
  2. Elementi cui prestare attenzione se si acquista sul Web
  3. I rischi nell’acquisto di un farmaco illegale sono molto elevati
  4. La mancanza di cautela può diventare complicità
  5. I farmaci sono una cosa seria, non cercare scorciatoie

Il ruolo del farmacista

«La farmacia», è intervenuto il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, «è una grande tutela per il paziente, essendo l’unico canale legale di vendita al cittadino. Il farmacista deve sempre più sposare e seguire campagne informative, perché è una figura fondamentale per la formazione e l’informazione del cittadino».

Secondo Osvaldo Moltedo, presidente di Federfarma Lazio, i due strumenti utili per la categoria per quanto riguarda gli aspetti legati alla sicurezza del farmaco sono l’informatizzazione delle farmacie e i passaggi che regolano la sicurezza della supply chain». Oltre a formazione e informazione, di grande rilievo anche per ADF e Federfarma servizi, la terza parola chiave su cui tutti i rappresentanti si sono trovati d’accordo è collaborazione. «Collaborazione con tutti gli attori della filiera, con la comunità e con le istituzioni», ha sottolineato Mauro Giombini, presidente ADF.

Secondo i dati presentati da Altroconsumo,  507 esercizi hanno ricevuto, nel 2017, l’autorizzazione per la vendita online di farmaci senza ricetta, di cui 80 sono parafarmacie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here