Farmaci non scaduti, anche a Verona parte la raccolta

0

Una campagna per combattere lo spreco farmaceutico: questo lo scopo del progetto “Recupero farmaci non scaduti”, partito in questi giorni in 10 farmacie veronesi del territorio dell’Ulss 20, che diverranno poi 40 una volta che le procedure saranno pienamente avviate. Le farmacie aderenti all’iniziativa saranno contraddistinte dal  logo “Recupero farmaci validi non scaduti. L’iniziativa è promossa da azienda Ulss 20, Federfarma Verona, Assofarm, Fondazione Banco Farmaceutico Onlus, Associazione Farmacisti volontari in Protezione Civile di Verona, Amia e Cesaim, Centro Salute per immigrati.

Contenitore per il recupero farmaci non scaduti

Come donare

I cittadini potranno consegnare volontariamente in farmacia medicinali con precise garanzie di integrità che verranno stoccati in appositi contenitori forniti da Federfarma Verona attraverso la copertura economica di Amia. Prima di immettere i medicinali nell’apposito contenitore, saranno coadiuvati dal farmacista, il quale effettuerà le verifiche necessarie, annullerà le fustelle (laddove presenti) e apporrà su tutte le confezioni un’etichetta/timbro con la dicitura “Farmaco donato. Vietata la vendita”.

I farmaci

La raccolta riguarderà esclusivamente farmaci non scaduti, con un periodo di validità residua non inferiore a 8 mesi. I farmaci dovranno inoltre presentare il confezionamento secondario (esterno) e primario (interno) integro, in cui siano chiaramente identificabili il nome commerciale o principio attivo, il lotto e la scadenza. Dovranno inoltre contenere il foglietto illustrativo. Sono esclusi dalla raccolta: i farmaci che appartengono alle tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope, i farmaci da conservare a temperature controllate,  flaconi e tubetti non sigillati.

Software

Gli enti assistenziali senza scopo di lucro avranno a disposizione un software di gestione informatica su web tramite il quale, per ogni confezione presa in carico, saranno memorizzati: codice AIC, data di scadenza, farmacia che ha raccolto, presenza o meno della fustella, presenza o meno sulla fustella della sigla “confezione ospedaliera” e se possibile codice tracciatura e lotto.

 

Articoli correlati:

Il Banco farmaceutico impegnato nella donazione dei farmaci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here