La nuova disciplina del bendessere ideata da Vittorino Andreoli

0

“Se il mondo non cambia, bisogna cambiare gli occhiali con cui lo guardiamo, per vederlo in modo diverso”. È così che il celebre psichiatra Vittorino Andreoli ha illustrato lo scopo del suo nuovo libro, intitolato “La nuova disciplina del bendessere – vivere il meglio possibile”, durante l’incontro di presentazione avvenuto a Milano.

Vittorino Andreoli presenta il volume "La nuova disciplina del bendessere, vivere il meglio possibile"

La novità sta nella creazione di una vera e propria disciplina che regolamenti tutte quelle pratiche volte all’ottenimento del benessere. Per impostarla, Andreoli ha sentito la necessità di creare un neologismo che indica l’equilibrio tra mente, corpo e relazioni sociali e nell’insieme di tutte queste componenti è pensabile per una persona ambire a vivere in una gioia duratura, nelle varie fasi della propria vita.

Questo volume è il primo di una trilogia nata dalla collaborazione tra il professor Andreoli e Solgar Italia Multinutrient SpA, affiliato della multinazionale specializzata nel campo dell’integrazione nutrizionale dal 1947.

“La nutraceutica e l’integrazione nutrizionale servono ad accrescere le funzioni vitali”, ha spiegato Giada Caudullo, vicepresidente della società, “e il trattato del professor Andreoli, attraverso i prossimi volumi, spiega perché benessere e bendessere, grazie a speciali nutrienti, possono migliorare la qualità della propria vita”.

“La disciplina del bendessere non ha nulla a che fare con la medicina”, ha aggiunto Andreoli, “sono due discipline che vanno su due binari separati, ma con la stessa direzione”.

Come pure non sono solo i medici i professionisti della salute coinvolti nella promozione di questa nuova disciplina, “ma anche altre figure come i farmacisti, i nutrizionisti e gli erboristi”, ha precisato l’autore del volume, disponibile nelle librerie dal 14 aprile. La trilogia si completerà entro il 2017.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here