Al via il mese della salute e del benessere sessuale, coinvolte anche le farmacie

0

Quest’anno settembre sarà anche, per la prima volta in Italia, il mese della salute e del benessere sessuale. L’iniziativa Sextember è stata ideata e guidata da Durex con la collaborazione medico-scientifica del centro medico Santagostino.

Secondo l’Osservatorio Durex solo 1 giovane su 2 utilizza il preservativo. È quindi più che mai necessario diffondere educazione e cultura in tema di sessualità e affettività. La parte educativa del progetto vede il coinvolgimento anche delle farmacie. Oltre 1200 croci verdi in tutto il Paese hanno a disposizione kit dedicati con campioni gratuiti e materiali informativi da distribuire ai cittadini interessati.

Per la parte clinica e psicologica sono a disposizione, sempre gratuitamente, videoconsulti con diversi specialisti (ginecologici e ostetrici, andrologi, venereologi e dermatologi) e videoconsulenze psicosessuologiche online con medici e psicoterapeuti. Tramite il sito dell’iniziativa si può accedere alla web chat dedicata per un primo immediato contatto orientativo.

A Milano è previsto anche un camper dedicato che sarà presente in alcune piazze per creare un punto di contatto fisico e diretto tra gli specialisti e le persone a cui sono destinati i messaggi chiave dell’iniziativa. A bordo sarà possibile ricevere materiale informativo sul sesso sicuro e richiedere un confronto di 30 minuti con uno psicosessuologo.

Superare il tabù

«Conoscenza, sicurezza, dialogo, rispetto, libertà, creatività e, naturalmente, amore. Di tutto questo è fatta la sessualità, che è uno degli ingredienti base del nostro benessere e della nostra felicità». Sono le parole del manifesto di Sextember, che si pone l’importante obiettivo di fare passi avanti nel percorso di sensibilizzazione della popolazione verso l’educazione affettiva e sessuale e di aiutare concretamente le persone ad affrontare e risolvere eventuali problemi legati a temi intimi, delicati e spesso ancora oggetto di tabù.

Ricordiamo che è stata da poco vinta la battaglia per eliminare l’autorizzazione preventiva alla comunicazione sui profilattici, che era legata fin dal 1997 alla normativa in vigore sui dispositivi medici. Non esiste infatti un rischio di uso eccessivo o di abuso. Al contrario, più vengono utilizzati, maggiore è la tutela della salute dei singoli e della collettività. La liberalizzazione aiuterà a fare prevenzione contro tutte le malattie sessualmente trasmissibili, oltre che contro le gravidanze non desiderate.

«Salute sessuale non è solo da intendersi nel suo significato clinico di assenza di patologia: comprende anche la sfera intima, affettiva ed emotiva che sono alla base del benessere personale – ha affermato Laura Savarese, Regulatory Affairs Director Southern Europe, Reckitt – Con Sextember abbiamo il concreto proposito di andare oltre, offrendo interventi diretti di attenzione e supporto a chi si trova in difficoltà o ha bisogno di un confronto medico o psicologico su un tema riferito alla sua salute intima e sessuale».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here