Alessandro Morra riconfermato Presidente di Adf

0

Un voto unanime, quello che ha visto rinnovato il mandato alla Presidenza fino al 2023

Nell’Assemblea del 17 settembre scorso Alessandro Morra è stato confermato alla Presidenza dell’Associazione dei distributori intermedi full-line (Adf), che ha rinnovato il mandato per il prossimo triennio 2020-2023.

Confermati anche i tre Vice-Presidenti: il dr. Alessandro Albertini, la dr.ssa Ornella Barra e l’avvocato Luca Sabelli.

L’ing. Alessandro Morra, Cavaliere del Lavoro, fondatore e Presidente della Sofarmamorra SPA, ha così commentato: “Consapevole della responsabilità di guidare la principale Associazione nazionale dei grossisti in una fase cruciale per la sanità italiana, lavoreremo insieme ai Colleghi Consiglieri per far conoscere e riconoscere sempre di più il nostro ruolo cruciale nella filiera del farmaco”, ha dichiarato il Presidente. “Nel prossimo triennio saremo fortemente impegnati, con misure concertate con tutta la filiera e le Istituzioni, ad ottimizzare la dispensazione del farmaco e ad ottenere una giusta riforma della remunerazione, indispensabile alla sostenibilità delle nostre Aziende e del sistema nel complesso”.

“Mentre diamo il benvenuto alle aziende neo-iscritte ASPES di Pesaro, COROFAR DISTRIBUZIONE di Forlì, FCR di Reggio Emilia, ROESSLER di Bolzano e UNIFARM di Trento, siamo convinti che le sfide si affrontano e si vincono sul terreno della qualità e dell’efficienza, e le nostre Aziende – sebbene sotto-remunerate per il servizio di distribuzione dei farmaci SSN – hanno dimostrato anche nell’emergenza della pandemia di saper adempiere al meglio gli obblighi di servizio pubblico essenziale”.

Conclude Marra: “La Distribuzione Intermedia dev’essere sempre più integrata nelle strategie nazionali e regionali di assistenza farmaceutica, al fianco delle farmacie ed a tutela della popolazione. Il nostro coinvolgimento, infatti, è indispensabile affinché i farmaci giungano in maniera efficace, tempestiva e sicura attraverso le farmacie a tutti i cittadini”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here