Cosmofarma Exhibition 2019: al centro il rapporto tra farmacista e paziente

0

Presentata a Milano la 23a edizione di Cosmofarma Exhibition, in programma dal 12 al 14 aprile a Bologna. Claim della manifestazione: “Più social più human”

Saranno oltre 400 le aziende espositrici a Cosmofarma Exhibition 2019,  la manifestazione di riferimento per la farmacia, in programma a Bologna dal 12 al 14 aprile, presentata oggi al Teatro Gerolamo di Milano.  “L’area espositiva è aumentata del 10%”, ha detto Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere, aprendo l’incontro .  “Questo significa che il lavoro di questi anni ha fatto della manifestazione un format riconosciuto e apprezzato, grazie anche alle iniziative e agli oltre 80 convegni che apportano nuovi contenuti per i partecipanti.  La congiunzione quest’anno con Pharmintech, dedicata al life science, porterà a Bologna l’intera industria, per un momento di business e di incontro di alto livello”.

Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona e membro del Consiglio di presidenza nazionale di Federfarma, ha ricordato che la manifestazione farà anche da cornice per celebrare i cinquant’anni della federazione e sarà una preziosa occasione per affermare il ruolo sociale della farmacia in ambiti come “la prevenzione, la distribuzione dei farmaci, la farmacovigilanza e la farmacoeconomia”.

cosmofarma 2019
Cosmofarma 2019 aprirà a Bologna il 12 aprile

Liberatore, Iqvia: fatturato in calo ma buone prospettive per il settore commerciale

“Il mercato italiano dei prodotti venduti in farmacia ha chiuso il 2018 con un fatturato totale di 24,4 miliardi di euro, segnando un -1,3% rispetto al 2017”, ha detto Sergio Liberatore, Managing Director di IqVia, precisando come nel 2018 sia continuata la flessione dei ricavi dei prodotti etici di fascia A e C (- 3,5% rispetto al 2017).

I farmacisti hanno però compensato questa perdita con la vendita di altri prodotti, dagli integratori, ai farmaci da banco, alle creme e ai cosmetici: “Nel 2018 il comparto commerciale ha registrato un andamento in crescita, che ha raggiunto i 10 miliardi di euro, con un incremento del 2,1% rispetto al 2017”.

Dal punto di vista regionale, spicca la performance in controtendenza della Lombardia (+0,5% rispetto al 2017), questo è evidente soprattutto nel segmento commerciale (+3,6%) e per quanto riguarda gli integratori (+5,3%). Mentre Puglia, Calabria e Sardegna segnano decrementi superiori al 3%.

Oltre a evidenziare la crescita dell’e-commerce farmaceutico, che vale 155 milioni di euro ma registra una velocità di crescita importante, Liberatore ha posto l’accento su tre linee direttrici dell’innovazione alle quali i farmacisti devono guardare con attenzione: digital therapeutics, blockchain e 5G.

Fatelli: nella cosmetica siamo un’eccellenza

“In uno scenario di consumi caratterizzato dall’omnicanalità, la farmacia può contare sul plus offerto dal consiglio del farmacista, in grado di accompagnare il consumatore verso la scelta del cosmetico più adatto alle proprie esigenze”, ha commentato Stefano Fatelli, presidente del Gruppo Cosmetici in Farmacia di Cosmetica Italia. “Non a caso il confronto tra azienda e farmacista, che a Cosmofarma Exhibition trovano un’occasione di incontro privilegiata, sta evidenziando l’importanza di una formazione incentrata sul bisogno del cliente piuttosto che sul solo prodotto“. Il saldo commerciale del reparto cosmetico in Italia segna un +3%. Il dato, secondo Fatelli, è indicativo dell’eccellenza del mercato cosmetico italiano in Europa.

Valente: il rapporto con il cliente-paziente deve restare centrale

Roberto Valente, direttore di Cosmofarma Exhibition, ha accennato all’espansione, in termini di spazi espositivi, della manifestazione, che quest’anno occuperà anche il nuovo padiglione 30, interamente dedicato alle aziende fornitrici di servizi per la farmacia. “La superficie espositiva è passata da 12.000 m2 nel 2015 a 17.500 m2 nel 2019″, ha evidenziato Valente, che ha poi passato in rassegna i filoni tematici della fiera: manageriale, scientifico, istituzionale e, novità del 2019, relazioni umane.

Il tema delle relazioni umane sarà sviluppato nelle sue più svariate sfumature grazie all’intervento di diversi partner ed esperti: con l’ingresso nel mercato delle catene e con lo sviluppo delle vendite online di prodotti farmaceutici, è la ricerca di un confronto con un operatore professionale e competente che spinge il paziente a recarsi in farmacia.

Tra le conferenze dedicate al filone delle relazioni umane, la stessa Cosmofarma Business Conference di venerdì 12 aprile, che sarà intitolata proprio “L’importanza delle relazioni umane” e che vedrà la partecipazione di Paolo Crepet, psichiatra, sociologo, educatore, saggista e opinionista, chiamato ad analizzare come, in un contesto in cui le nuove tecnologie hanno reso tutto apparentemente fattibile e fruibile senza sforzo, ci sia una forte necessità di riportare l’attenzione sulle emozioni reali e sui rapporti umani.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here