Dall’1 al 7 ottobre si celebra la settimana mondiale per l’allattamento materno

0

Sono ancora troppo poche le mamme che allattano i loro piccoli in maniera esclusiva al seno in Italia, ma è sempre maggiore la consapevolezza dell’importanza di questa scelta per mamma e bambino.

allattamento materno

Dati statistici alla mano, nei primissimi giorni di vita, il 90% dei neonati viene allattato al seno, la percentuale di allattamento esclusivo scende al 77% dopo la dimissione ospedaliera, a 4 mesi dal parto sono il 31% le donne italiane che allattano e dopo i 6 mesi continuano a farlo solo il 10%.

Ad allattare meno in maniera esclusiva al seno i propri bambini sono le donne con livello d’istruzione e condizione socio economica meno elevati e quelle residente nelle regioni del Sud Italia; in molte rinunciano perché:

  • non si sentono all’altezza,
  • pensano di non avere abbastanza latte,
  • dopo il parto si sentono stanche, stressate e non adeguatamente supportate da partner e famiglia,
  • tornano presto a lavorare.

Vantaggi del latte materno

Il latte materno costituisce il miglior nutrimento possibile per il neonato almeno fino al compimento del 6° mese di vita: i bambini allattati esclusivamente al seno contraggono un minor numero di infezioni gastrointestinali, respiratorie, otite, sviluppano più difficilmente sovrappeso, obesità e malattie metaboliche rispetto ai bambini nutriti con latte formulato. I bambini che continuano ad essere allattati al seno anche durante lo svezzamento  sono più protetti, se geneticamente predisposti alla celiachia, a svilupparla. Anche i neonati pretermine se allattati al seno evidenziano una ridotta incidenza di patologie anche molto gravi quali sepsi, meningite, enterocolite necrotizzante e possono contare su un miglioramento dello sviluppo cognitivo.

Position Statement sull’allattamento al seno

La Società Italiana di Neonatologia, con la collaborazione di altre società scientifiche pediatriche, ha sottoscritto il Position Statement sull’allattamento al seno e uso del latte materno\umano per offrire a operatori del settore e famiglie un documento di riferimento a cui appellarsi e da utilizzare per incentivare e praticare l’allattamento al seno.

La SIN sostiene anche il progetto Baby Pit Stop: attraverso una app è possibile, per ogni mamma, verificare se esiste a breve distanza dalla propria posizione, in qualunque momento, un posto, raccomandato da altre mamme, dove poter allattare il proprio bambino in uno spazio confortevole.

Fonte: Società Italiana di Neonatologia

Articoli correlati:

Farmacisti lombardi: progetto baby pit stop

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here