Dermatologia, 15 borse di studio per specializzandi

0

Nel corso di trent’anni la dermatologia è completamente cambiata e i testi scritti dieci anni fa sono attualmente considerati obsoleti. Con queste premesse appare evidente che il sostegno della formazione dei dermatologi specializzandi e il consolidamento dell’eccellenza italiana sono due obiettivi di primaria importanza per garantire le corrette cure a chi ha problemi di pelle.

dermatologia

E su queste basi è nata la partnership tra SIDeMaST e Leo Pharma, che in occasione del corso di aggiornamento annuale sulla dermatologia, ha conferito quindici borse di studio agli specializzandi che si sono distinti per la loro attività di ricerca e di pubblicazione dei dati sulle riviste internazionali.

L’attenzione di Leo Pharma per la formazione non si ferma però qui: Paolo Cionini, General Manager Leo Pharma Italia, ha infatti usato l’occasione della presentazione del corso di aggiornamento per sottolineare l’importanza di coinvolgere anche farmacisti e pazienti nei processi di aggiornamento. Per i farmacisti, pilastro fondamentale per l’aderenza ai trattamenti nelle patologie della pelle, a breve partirà un progetto di formazione sulla cheratosi attinica che includerà circa 5-600 farmacie lungo tutto lo stivale.

Per i pazienti, invece, sono già attivi il portale “QualityCare“, focalizzato sulla psoriasi e “Ama la tua pelle” dedicato alla cheratosi attinica.

La psoriasi – equiparata a una malattia invalidante a causa del forte impatto che ha sulla vita personale e lavorativa dei pazienti – interessa circa il 3% della popolazione mondiale con 125 milioni di pazienti nel mondo, di cui quasi 3 milioni solo in Italia; la cheratosi attinica, tumore della pelle non melanoma, causata dall’esposizione ripetuta e non protetta ai raggi del sole, interessa l’1,4% della popolazione italiana sopra i 45 anni di età, con numeri destinati ad aumentare man mano che si faranno diagnosi su persone che si sono esposte al sole senza protezione nei decenni precedenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here