Farmacisti lombardi: progetto baby pit stop

0

Newborn baby sleeping on her mothers armsUn tema di grande importanza che può essere maggiormente presidiato dalla farmacia è quello della nutrizione. A partire dai primi giorni di vita, cioè dall’allattamento al seno, che deve essere incentivato e per il quale il farmacista può dare indicazioni importanti alla neomamma che spesso nei primi giorni di vita del bambino si reca in farmacia per l’acquisto e il consiglio. Nell’ambito dell’Expo 2015, che ha come argomento la nutrizione, le farmacie della provincia di Milano, implementeranno un progetto attivo già da qualche anno, in collaborazione con la Asl Milano e l’Unicef per l’allattamento al seno. “Tutto è partito qualche anno fa con il Progetto Baby Pit Stop, che offre alle mamme uno spazio dedicato a disposizione per allattare in farmacia in autonomia e tranquillità. Ci sono circa 40 farmacie tra Milano e provincia che hanno un Baby Pit Stop, compatibilmente anche alla metratura dell’esercizio. Oltre a questo, le farmacie si offrono di fornire informazioni e sostegno alla mamma che lo richiedesse e ne avesse necessità” spiega Manuela Bandi, presidente della Fondazione Muralti e responsabile del progetto “In occasione dell’Expo il progetto è stato ampliato, con l’attenzione alla nutrizione della prima infanzia comprendendo anche lo svezzamento e la corretta alimentazione dei primi 1000 giorni del bambino, accompagnando i genitori in questo percorso educativo e di crescita. Le farmacie hanno intenzione di dare molto risalto all’iniziativa.” prosegue Bandi “e a questo proposito stiamo organizzando per ognuna delle oltre 850 farmacie di Milano e provincia l’allestimento della vetrina, con materiale di grande impatto, dando risalto all’impegno dell’Unicef e all’importante tematica dell’Expo, della nutrizione dell’uomo e del pianeta. Inoltre l’impegno è quello di fornire informazioni, sia personalmente sia attraverso la distribuzione di materiale, quale due leaflet a firma Unicef e Asl, redatto in più lingue, sull’allattamento e sulle pratiche di accudimento. Inoltre sarà aggiornato entro l’inizio della Esposizione Universale, il materiale del Progetto Genitori Più, una iniziativa che ha visto per la prima volta lavorare insieme medici dell’Istituto farmacologico Mario Negri di Milano e farmacisti per la redazione e la diffusione di schede informative su tematiche di salute di interesse e aiuto alle famiglie.” Il messaggio per le famiglie e per i visitatori di Expo che le farmacie milanesi vogliono veicolare è quello della corretta nutrizione che parte proprio dai primi giorni di vita, per porre le basi di una buona salute nell’età adulta.

Chiara Romeo -Tema Farmacia, 2015 n.3 – Tema del mese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here