Al via la seconda edizione della campagna di informazioni sui farmaci equivalenti

0

Dopo l’esperienza del 2016 anche quest’anno Cittadinanzattiva ha deciso di far tappa in 10 città della nostra penisola (Aosta, Bologna, Bolzano, Cagliari, Chiavari (GE), Latina, Pisa, Policoro (MT), Trento e Varese) con la finalità di favorire tra i cittadini la conoscenza dei farmaci equivalenti che, è bene ricordare, vanno considerati al pari di qualsiasi altro medicinale, in un’ottica di conformità ai requisiti di qualità, sicurezza ed efficacia di cui l’AIFA è garante.

#Ioequivalgo

All’iniziativa partecipa, attraverso un contributo incondizionato, l’associazione nazionale delle aziende di farmaci equivalenti e biosimilari (Assogenerici) che ha certamente un obiettivo convergente con i cittadini/pazienti e cioè diffondere l’uso appropriato di questo tipo di medicinali.

In questo modo, infatti, le aziende del settore potrebbero vedere aumentare la loro quota di presenza sul mercato – l’incidenza delle confezioni di farmaci a brevetto scaduto sul totale di quelle erogate in regime di SSN è di oltre il 77%, ma gli equivalenti veri e propri non superano il 27% del totale per una spesa del 16,67% – mentre il cittadino terrebbe più di qualche euro nel portafoglio dal momento che per l’anno appena concluso la spesa in compartecipazione, ovvero quella che sostiene il cittadino per la differenza di prezzo tra il medicinale acquistato e quanto rimborsa il SSN in base alla lista di trasparenza, ha superato il miliardo di euro (proiezione sulla base dei dati gennaio-ottobre 2016 vedi tabella).

spesa relativa a tutte le compartecipazioni a carico del cittadino nel periodo gennaio-ottobre 2016
Riepilogo della spesa relativa a tutte le compartecipazioni a carico del cittadino nel periodo gennaio-ottobre 2016, nelle singole regioni, rispetto allo stesso periodo del 2015. Dettaglio della quota di compartecipazione per Regione relativa all’eventuale differenziale tra prezzo al pubblico e prezzo di riferimento dei farmaci a brevetto scaduto. Fonte AIFA – Monitoraggio della Spesa farmaceutica Nazionale e Regionale Gennaio-ottobre 2016

Occorre ricordare, inoltre, che con l’edizione 2017 della campagna sono state rafforzate le alleanze già esistenti con medici di famiglia, geriatri, farmacisti, infermieri, sindacati e organizzazioni civiche e create delle nuove, a cui si aggiungono l’Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti, AMSI (Associazione Medici di origine Straniera in Italia) e rappresentanti di comunità straniere, quali COMAI (Comunità del Mondo Arabo in Italia) e UMEM (Unione Medica Euro-Mediterranea).

Per chi vuole approfondire l’argomento è disponibile un sito internet www.ioequivalgo.it nonché un’applicazione disponibile gratuitamente sulle piattaforme Apple, Google e Windows Phone.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here