Rev: da Fofi e Fnavi una circolare ai presidenti degli ordini provinciali di farmacisti e veterinari

0

Sull’implementazione della Rev – Ricetta elettronica veterinaria, intervengono Fofi e Fnavi con una circolare congiunta indirizzata ai presidenti degli Ordini provinciali dei farmacisti e dei veterinari, che richiama l’attenzione sull’importanza del rispetto, da parte dei farmacisti e dei medici veterinari, delle disposizioni in materia di prescrizione, dispensazione e tracciabilità dei medicinali veterinari

medicinali veterinari

La prescrizione medico-veterinaria elettronica (Ricetta veterinaria elettronica o Rev) è l’atto conclusivo di un processo di digitalizzazione dell’intera filiera dei medicinali veterinari e dei mangimi medicati, avviato dal ministero della Salute nel 2013 e legittimato dalla legge 20 novembre 2017, n. 167. L’obbligatorietà della Rev, inizialmente stabilita per il 1° dicembre 2018 e poi rinviata al 1° gennaio 2019,  è in vigore dal 16 aprile 2019 e la sua corretta implementazione è obiettivo sia della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), sia della Federazione Nazionale degli Ordini dei Veterinari Italiani (Fnavi), che in questi mesi hanno collaborato, insieme anche al Ministero della Salute, per superare le criticità emerse con l’introduzione della nuova norma. “Stiamo collaborando con la Fnovi e con il Ministero della Salute”, afferma il Presidente Fofi Andrea Mandelli, “per fornire ai professionisti le necessarie indicazioni operative anche per altri aspetti fondamentali, come il ricorso alle preparazioni magistrali in assenza di farmaci industriali”.

La Ricetta elettronica veterinaria

La ricetta elettronica veterinaria è obbligatoria per tutti i medicinali per cui l’autorizzazione ha previsto la necessità di una prescrizione medico-veterinaria, fatta eccezione per le sostanze stupefacenti e psicotrope per le quali, ai sensi del DPR 309/1990 e s.m.i, resta in vigore la ricetta rossa. La Rev riunisce quindi in un unico modello le diverse tipologie di ricetta (ricetta in triplice copia, ricetta non ripetibile e ricetta ripetibile). Il sistema (https://www.ricettaveterinariaelettronica.it) al quale i soggetti responsabili accedono, ciascuno secondo specifico ruolo e competenze, genera una ricetta già conforme agli obblighi imposti dalle norme europee e nazionali e associa la validità e le limitazioni al medicinale veterinario prescritto e/o a quello per uso umano nei casi in cui è possibile la prescrizione in deroga. Il sistema assolve anche all’invio della ricetta alla Asl entro una settimana dalla vendita (art. 76 d.lgs. 193/2006).

La circolare ai Presidenti degli Ordini Provinciali dei Farmacisti e dei Medici Veterinari

Con la circolare del 25 luglio, Fofi e Fnavi richiamano l’attenzione sull’importanza di assicurare piena operatività alla Ricetta elettronica veterinaria e invitano i Presidenti degli Ordini provinciali a “sensibilizzare gli iscritti all’Albo sulla necessità di attenersi scrupolosamente, all’atto della prescrizione, della dispensazione e della somministrazione, inclusa la corretta conservazione in allevamenti o impianti, nonché alle regole previste dalla nuova normativa in materia di prescrizione e tracciabilità dei medicinali veterinari”.

La circolare si sofferma su diversi aspetti:

  • vendita di medicinali veterinari al di fuori del canale farmacia
  • custodia e utilizzazione delle scorte di medicinali veterinari
  • sostituzione del medicinale veterinario

Il testo della circolare è disponibile qui

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here