Kit sanitario del viaggiatore

0

V120Per quanto brevi, tutti i viaggi, per lavoro o ancor di più per turismo o vacanza, possono nascondere insidie per la salute: ad esempio una infezione intestinale, una scottature da sole, una puntura d’insetto. Inoltre, in vacanza, è molto probabile si faccia più attività fisica, più sport, più movimento e quindi è più facile procurarsi contusioni e ferite. Prima di partire è bene perciò preparare un kit di pronto soccorso e una dotazione selezionata di farmaci essenziali per far fronte a possibili inconvenienti.
Se poi la meta del viaggio è un luogo lontano, un paese con un clima e un’alimentazione molto diversi da quelli abituali, dove l’alloggio può essere di bassa qualità, dove le condizioni igieniche sono inadeguate, i servizi medici carenti e non si dispone di acqua potabile sicura, prepararsi da un punto di vista sanitario significa non solo poter godere appieno della vacanza ma anche mettersi al riparo da malattie molto gravi.

Primo soccorso
La necessità di un kit di pronto soccorso e dei materiali sanitari che lo compongono sarà proporzionale alla tipologia del viaggio, ai livelli di rischio, al tipo di organizzazione, al grado di avventura. In base a queste caratteristiche, quindi, il kit dovrebbe contenere:
Forbicine, pinzetta, lamette sterili, coltellino, rasoio, alcune siringhe
Cerotti di diverse dimensioni, cerotti per le vesciche, cotone, bende, garze sterili, emostatico, ghiaccio istantaneo, termometro
Acqua ossigenata o altro disinfettante
Repellente cutaneo contro le punture di insetti
Spray lenitivo per prevenire e alleviare il prurito della pelle
Tappi per le orecchie
In viaggi particolarmente avventurosi attrezzo succhia-veleno ed eventuale siero antiserpente adeguato alle zone di soggiorno (da conservare a temperatura consigliata)
Ricordare che è necessario mantenere il kit protetto da agenti atmosferici come acqua, sbalzi di temperatura, luce intensa e umidità.

Farmacia da viaggio
Se si utilizzano abitualmente farmaci, è consigliabile prepararne una scorta adeguata per coprire il periodo di soggiorno e cercare quindi di essere autosufficienti e di non contare sull’acquisto all’estero di farmaci. Da sottolineare anche che, in alcuni paesi, il rischio di farmaci contraffatti è molto elevato.
I farmaci da assumere in modo regolare devono essere tenuti nel bagaglio a mano per evitare periodi prolungati senza i farmaci abituali in caso di ritardi dei mezzi di trasporto, smarrimento bagagli o altri problemi. È bene comunque ricordare che in aereo sono ammessi in cabina medicinali solidi/liquidi indispensabili per scopi medico-terapeutici e dietetici strettamente personali e necessari per la durata del viaggio; per quanto riguarda i medicinali liquidi è necessaria l’apposita prescrizione medica.
Per evitare difficoltà all’entrata nel Paese meta del viaggio, in particolare per alcuni paesi tropicali, è consigliabile farsi preparare dal medico di famiglia una dichiarazione firmata per le autorità doganali riguardante i farmaci che si portano con sé.

I farmaci che potrebbero essere più utili durante il viaggio sono:
– Analgesici e antipiretici
– Antidiarroici
– Antinausea o vomito, farmaci contro la cinetosi
– Melatonina o un blando sedativo per limitare il jet-lag
– Antistaminici per via orale da utilizzare in caso di reazioni allergiche
– Pomata antistaminica o cortisonica a bassa-media potenza: in caso di irritazioni della pelle da scottature solari, punture di insetti o meduse
– Pomata antinfiammatoria, antidolorifica e antiedemigena
– Pomata antimicotica
– Collirio decongestionante/antistaminico
– Repellenti per insetti
– Prodotti per la protezione solare
– Sali reidratanti da utilizzare in caso di abbondanti perdite di liquidi per forte sudorazione, diarrea, febbre.

Isabella Urbanis

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here