Diventare un punto di riferimento per servizi a valore aggiunto

0
2092

Per migliorare la vostra attività potete pensare di far diventare la vostra farmacia il  punto di riferimento della zona per servizi a valore aggiunto dedicati al paziente-cliente: dai test di laboratorio alla gestione delle terapie post ospedaliere 

Con la diffusione di cure sempre più personalizzate, focalizzate sul singolo paziente, i farmacisti di comunità sono sempre più stimolati a fornire servizi a valore aggiunto, che ampliano il loro tradizionale ruolo di dispensatori di prescrizioni. Questi servizi possono riguardare il wellness, programmi di screening, test di laboratorio, servizi di auto-cura over-the-counter (OTC), programmi di educazione e gestione dello stato della malattia e programmi di aderenza alla terapia.

Come e perché potenziare l’offerta di servizi

  • Offrire servizi di assistenza ai pazienti è un modo efficace per aumentare la redditività della vostra attività e migliorare la soddisfazione dei clienti. Ad esempio, percorsi per smettere di fumare e programmi di aderenza ai farmaci sono un valido aiuto nel mantenere la farmacia competitiva.
  • Per iniziare a offrire servizi di educazione e gestione dello stato della malattia nella vostra farmacia, considerate la possibilità di collaborare con un’azienda che fornisce strumenti e supporto per migliorare i risultati in pazienti con condizioni croniche.
  • Proporre più servizi di assistenza clinica è un modo intelligente per differenziare l’attività.
  • Il processo di cura del paziente deve concentrarsi su una soluzione su misura per ciascun individuo e sulle sue personali esigenze. Mettere i pazienti al centro dell’attenzione significa coinvolgerli in base alle loro condizioni e ai farmaci che assumono. I farmacisti devono individuare il modo in cui i pazienti possono ottenere risultati migliori e fornire loro l’istruzione e il supporto di cui hanno bisogno per raggiungere gli obiettivi attesi dal trattamento.
  • Implementare un modello di cura per il paziente comporta molte innovazioni e cambiamenti, a partire dalla riorganizzazione del modo in cui il personale opera fino all’integrazione di nuove tecnologie o di altre risorse. Le farmacie devono riconoscere questo aspetto ed essere disposte a operare i cambiamenti necessari per trarne beneficio.
  • Ogni minuto del tempo di un farmacista è prezioso, specialmente nel processo di cura del paziente. Al fine di liberare più tempo per le interazioni con il paziente, il farmacista deve individuare quali opportunità permettono di delegare alcune mansioni ad altri membri dello staff. In quei casi in cui c’è carenza di efficienza, i farmacisti possono sfruttare la tecnologia e responsabilizzare gli altri dipendenti per liberare più tempo per loro.
  • I pazienti probabilmente non pensano di consultare il proprio farmacista per avere informazioni su un nuovo programma di dieta o sul regime vitaminico più adatto per loro ma se saprete promuovervi come esperti nutrizionisti, potrete fornire ai vostri pazienti un ulteriore valido motivo per fermarsi nella vostra farmacia.
  • Anche i test di laboratorio stanno emergendo come un nuovo e proficuo servizio che le farmacie possono offrire ai loro pazienti. Oggi le farmacie utilizzano varie organizzazioni per offrire screening sanitari e test di laboratorio di farmacogenomica. Quello però che è importante è che la farmacia funge da punto di accesso per questi test.

Puntare sull’educazione alla salute

Uno dei servizi che spesso mancano a una farmacia è l’educazione alla salute. Fate diventare la vostra farmacia un centro di educazione sanitaria per la vostra zona, ospitate corsi e collaborate con nutrizionisti o infermieri nella vostra comunità. Utilizzate questo servizio come veicolo per promuoverne altri. Per esempio, ospitate un corso di vita sana per gli anziani e utilizzate una parte del tempo per discutere del programma di sincronizzazione dei farmaci. L’educazione alla salute crea molte opportunità di partnership. E le partnership possono promuovere i servizi della vostra farmacia a un numero sempre più ampio di persone, molte delle quali potrebbero non avervi mai visitato in precedenza.

Facilitare la transizione di cura

Anche quando i pazienti si preparano a trasferirsi dall’ospedale a casa, la farmacia può fornire servizi per facilitarne la transizione. Per esempio, i pazienti e i loro familiari sono spesso confusi circa i regimi terapeutici prescritti dall’ospedale. In questi casi, la farmacia può diventare quel collegamento utile ad aiutarli ed educarli.

Ci si può fare carico dell’intero regime terapeutico dei pazienti, assicurandosi che seguano in modo corretto tutte le prescrizioni, e aiutarli a evitare eventuali interazioni negative con nuovi farmaci e prodotti OTC. Le transizioni di cura creano anche altre opportunità di vendita per la farmacia: ad esempio, quando i pazienti con condizioni di assistenza acuta o cronica sono dimessi dall’ospedale, spesso hanno bisogno anche di prodotti non soggetti a prescrizione medica, come ausili per la sicurezza in bagno, la cura delle piaghe da decubito, la gestione del peso ecc. Non sottovalutate questi aspetti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here