Lombardia: 2,6 milioni di euro di farmaci in dono

0

Farmaci, per valore di oltre 2,6 milioni di euro, sono stati donati da Recordati e consegnati a Regione Lombardia: saranno distribuiti a oltre 75 strutture sanitarie coinvolte nell’emergenza

Nella giornata del 7 marzo, dando seguito alla richiesta d’aiuto di Regione Lombardia, Recordati ha donato 1.367.199 € di farmaci (pari a 12.082 confezioni); si tratta di anestetici locali e farmaci per i disturbi ostruttivi delle malattie respiratorie. I medicinali sono stati affidati all’Istituto Clinico Sant’Ambrogio di Milano, che svolgerà il ruolo di hub. Da lì, partiranno per le strutture sanitarie lombarde coinvolte nell’emergenza che hanno maggiori necessità e, in particolare, per l’ospedale da campo di Bergamo.

Pochi giorni fa, il 27 marzo, Banco Farmaceutico ha consegnato alla Regione altri 1.290.622 € di farmaci antivirali e per i disturbi ostruttivi delle vie respiratorie (58.920 confezioni). Anche in tale circostanza, i medicinali sono stati donati da Recordati e affidati all’Istituto Clinico Sant’Ambrogio di Milano. Da lì, sono stati distribuiti a 75 strutture sanitarie lombarde. Complessivamente, sono stati donati 2.657.821 € di farmaci (71.002 confezioni). La raccolta è stata coordinata Federfarma Lombardia e Banco Farmaceutico.

“Speriamo, che questo nostro gesto, sia utile a dare un po’ di sollievo a chi soffre per il virus e sia di aiuto a medici, infermieri e personale sanitario per far meglio il proprio lavoro. Pensiamo che contribuire al benessere della comunità, e dedicare parte delle proprie risorse ad azioni solidali, non sia un semplice adempimento aziendale o un dovere professionale, quanto piuttosto un’esigenza morale; un’esigenza che riteniamo parte essenziale di un’impresa sana, in grado cioè di crescere, ma allo stesso tempo supportando e sviluppando il territorio in cui opera e di rendere orgoglioso chi in essa lavora” ha dichiarato Andrea Recordati, Amministratore Delegato Recordati SpA.

“Il Banco Farmaceutico sta dimostrando ancora una volta la sua straordinaria efficienza nelle situazioni di emergenza” aggiunge Annarosa Racca Presidente di Federfarma Lombardia. “Il Banco – continua – è sicuramente la più importante e generosa struttura per la gestione delle necessità farmaceutiche in Italia, e anche in una situazione così inattesa ha trovato il modo per impiegare le sue competenze a servizio delle persone in difficoltà. Siamo orgogliosi di questa altruistica realtà italiana che è partner e sostenuta dalle farmacie da tanti anni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here