Nuova edizione del Manuale del cosmetologo

0

manuale del cosmetologoLa seconda edizione del Manuale del Cosmetologo è stata completamente rinnovata nell’impianto editoriale, rispetto alla prima risalente al 2007, e anche ampliata nei contenuti. Il testo fornisce un quadro multidisciplinare dello sviluppo prodotto e della produzione dei cosmetici, grazie al contributo dei migliori cosmetologi italiani, alcuni di fama internazionale, chiamati ciascuno a redigere i vari capitoli. Coordinatori dell’opera, Giovanni D’Agostinis ed Elio Mignini, entrambi esperti cosmetologi, in particolare Giovanni D’Agostinis ricopre l’incarico di direttore tecnico-scientifico della rivista Kosmetica del gruppo Tecniche Nuove, mentre Elio Mignini è il direttore generale di Sicc (Società italiana chimici cosmetologi).
Le motivazioni che hanno spinto a una revisione editoriale così profonda, li riassume Mignini: “Diversi anni sono passati dalla prima edizione, anni in cui il settore cosmetico ha avuto una evoluzione rilevante sotto molti punti di vista. In primo luogo negli aspetti legislativi, completamente mutati nel quadro di riferimento per la pubblicazione, nel 2009, del Regolamento 1223, che ha completamente sostituito, nel 2013, la precedente Direttiva e le Leggi di recepimento nazionali. In secondo luogo, si sono affacciate con successo sul mercato nuove tipologie di prodotto, per esempio i cosmetici biologici e naturali, che hanno introdotto soluzioni e tecnologie innovative sia nell’ingredientistica sia a livello di tecnica formulativa, di cui abbiamo ritenuto importante dar conto. Infine abbiamo voluto accogliere e dare risposta alle sollecitazioni, ricevute in questi anni dai tecnici del settore e dalle università, ad ampliare e completare le parti riguardanti le tecnologie cosmetiche”.acquista_ora_scheda_libro_arancio
Il target cui si rivolge il volume è piuttosto ampio, come sottolinea D’Agostinis: “Il giovane che aspira a entrare nell’industria ne trarrà un bagaglio indispensabile d’informazioni che vanno molto oltre le conoscenze di base, un insieme di concetti e di dati tecnici di grande utilità anche per il ricercatore in cosmetologia. Il tecnico esperto, già pienamente inserito, potrà completare la propria preparazione, da un lato ampliando le proprie conoscenze ai molti campi specialistici del nostro settore, che si avvale di tecnologie diversissime per le diverse categorie di prodotto, in cui spesso la cosmesi bianca, il make-up, le fragranze o le tinture per capelli, per citare qualche esempio, sono considerati mondi a sé. Ma soprattutto, grazie all’ampia trattazione dei molti aspetti non strettamente formulativi che riguardano il cosmetico, dal controllo qualità, alla scelta del packaging, al marketing strategico, il lettore potrà guadagnare una visione più completa del prodotto, imprescindibile per affrontare, oggi, le sfide dei mercati”.
Elena Perani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here