Anche per la farmacia il dato è l’anima del marketing

0
601

Attivare processi volti alla raccolta di informazioni sui potenziali clienti può rappresentare una strategia efficace per promuovere i prodotti e i servizi offerti dalla vostra farmacia

Esiste una strategia molto popolare nel vasto spettro delle attività di digital marketing: la lead generation. Si tratta dell’attivazione di processi volti all’acquisizione di lead, ossia alla raccolta di nominativi e riferimenti di contatto di individui e organizzazioni potenzialmente interessate all’acquisto di prodotti o servizi offerti da un’impresa. L’obiettivo primario della lead generation non è, quindi, la promozione di un prodotto ma la raccolta di informazioni sull’utente. Anche la farmacia, per promuoversi, può sfruttare questa leva.

Sono finiti i tempi in cui era sufficiente pubblicizzare con cartellonistica il proprio nome per andare a caccia del cliente. Oggi è necessario comprendere i bisogni del paziente e cercare di rappresentare la risposta giusta alle sue necessità. Le promozioni massive funzionano poco ed è meglio sostituirle con la creazione di servizi dedicati. Non contano troppo le differenze socio-economiche quanto quelle comportamentali: capire gli atteggiamenti è davvero prioritario. La comunicazione di una farmacia deve essere continuamente alimentata. Tutti i canali che si decide di utilizzare (sito, social ecc.) non possono essere aggiornati una tantum o si avrà un effetto fortemente negativo sulla propria immagine.

Il dato del possibile cliente può avere diversi stati e vari gradi di completezza: dal singolo indirizzo email a una scheda informativa completa, che possa permettere alla farmacia di sapere a priori molteplici informazioni utili sul paziente: più elementi e informazioni si avranno sui possibili clienti e più chance ci saranno di portarli all’interno della propria farmacia.

I vantaggi della lead generation

La creazione di una lista dei clienti a cui dedicare delle iniziative è un’attività che si sta sviluppando in molte farmacie. La generazione di un lead è un processo che avviene quando ancora l’utente non conosce la farmacia o non è spinto a entrarvi per fare acquisti. Non è una strategia applicabile solo su vasta scala, ma anche a livello locale o per gruppi e comunità. L’importante è capire a chi ci si vuole rivolgere e quindi attivare i mezzi migliori per raggiungerli online. Un altro elemento positivo della lead generation è la possibilità di agire su più canali, digitali e non. Con le corrette tattiche, si potrebbe scrivere una email a un possibile cliente e contestualmente raggiungerlo su Facebook per spingerlo a compiere un’azione di interesse nei confronti della farmacia, che poi si potrà trasformare in una vera e propria forma di acquisto.

Rispettate il Gdpr

Particolare attenzione va posta alla raccolta del dato dopo l’entrata in vigore del Gdpr (General Data Protection Regulation) lo scorso 25 maggio.  Non bisogna andare nel panico ma essere informati e nei casi più complessi avere un parere legale da un professionista. In estrema sintesi, i dati personali dovranno essere raccolti per “scopi specificati, espliciti e legittimi”. Alcune regole che hanno implicazioni sulla lead generation sono ad esempio:

  • inserire descrizioni di come verranno utilizzati i dati che si stanno raccogliendo
  • prevedere caselle da far selezionare agli utenti per dare il proprio consenso
  • esplicitare il modo in cui verranno utilizzati i dati
  • inserire un link all’informativa sulla privacy completa
  • separare diversi consensi nell’ottica di una granularità
  • non discriminare le persone in base ai consensi concessi.

Social, email e lead generation

I social network sono degli ottimi canali su cui sperimentare delle strategie in prospettiva di generazione di lead. Se si decide di investire sui social, questi post possono risultare visibili anche a chi non segue il profilo della farmacia, ma essere estesi a una determinata area geografica o categoria professionale o altri target selezionabili dalla piattaforma. I dati degli utenti sui social network possono essere molto utili per gli scopi di una farmacia. Hanno poi il vantaggio di essere già presenti su quei canali senza che si debbano richiedere tramite la compilazione di un form.

L’invio di una singola email, o più complesse strategie di email marketing, possono essere molto utili a convertire un utente in cliente: dopo aver raccolto il suo indirizzo email è possibile indirizzarlo ad alcune azioni specifiche, inviando messaggi mirati. In queste comunicazioni è possibile richiedere sempre maggiori informazioni ai prospect, così da offrire servizi su misura.

Blog e siti, qualche indicazione

  • Create un blog in cui discutere degli argomenti più interessanti per la vostra utenza, con un form che raccolga i nominativi e i dati degli interessati.
  • Scrivete articoli con infografiche o presentazioni, finalizzate alla raccolta di informazioni interessanti di potenziali clienti. Gli annunci promozionali hanno minore impatto rispetto a contenuti di valore nei quali il professionista afferma la sua leadership o esperienza nel settore.
  • Ripensate il vostro sito Web inserendo form di raccolta dati e, nei casi più strutturati, introducete anche una logica di portale nel quale l’utente può registrarsi ed essere riconosciuto con una username e una password per avere delle iniziative extra dedicate. La possibilità di contattare il farmacista è un metodo semplice ed efficace per richiedere in cambio delle informazioni utili all’utente. Bisogna prestare importanza all’indicizzazione del proprio sito, un buon posizionamento sui risultati di ricerca di Google è la prima fonte di visita.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here