Influenza e rimedi fai da te: consigli per non incorrere in spiacevoli sorprese

0

Matteo Bassetti, presidente della Società italiana di terapie antinfettive (SITA), ha lanciato nei giorni scorsi, dalle pagine del Corriere della Sera, un allarme che riguarda l’influenza e i rischi che si corrono se non si agisce nella maniera più opportuna per combatterla.

I numeri sull’influenza

Siamo agli inizi del mese di gennaio e sono già circa 1.400.000 gli italiani ‘costretti ai box’ da questa malattia epidemica che ogni anno mette a letto in tutto il mondo un numero rilevante di persone (da 350 milioni a un miliardo di individui secondo i dati dell’Organizzazione mondiale della Sanità, OMS). L’incidenza della malattia negli adulti varia dal 5 al 15% mentre nei bambini è più alta (20-30%). L’influenza, inoltre, si rivela fatale nel 10% dei casi causando da 250.000 a 500.000 morti all’anno. I soggetti più a rischio sono i bambini, gli anziani e chi soffre di malattie croniche.

Il picco massimo epidemico è atteso in Italia entro la fine di questo mese ed è quindi più che mai opportuno essere pronti per affrontare la malattia nel miglior modo possibile e soprattutto è necessario sapere con precisione cosa non fare senza il parere di un medico.

I consigli dell’esperto

Infatti, spiega Bassetti, è necessario non esagerare nell’assunzione di medicamenti e non ci si deve auto-prescriversi la propria terapia. Soprattutto vanno evitati gli antibiotici, inutili contro l’influenza.

Puntualizza infatti il Presidente della Società italiana di terapie antinfettive che questi farmaci non vanno presi perchè “inefficaci contro i virus, compresi i quattro dell’influenza. Sono utili solo contro i batteri. Nonostante le raccomandazioni il fenomeno dell’auto-prescrizione non si è sgonfiato. Troppi italiani ricorrono senza l’indicazione del medico agli antibiotici rimasti nel cassetto“.

Oltre ad essere del tutto inefficace, L’uso improprio di questi medicinali comporta anche conseguenze gravi per la salute pubblica poichè determina la selezione di batteri resistenti che non vengono più eliminati dagli antibiotici e possono quindi continuare a esercitare la loro azione dannosa sull’organismo umano.

Combattere l’antibiotico resistenza

Il fenomeno dell’antibiotico resistenza è in crescita a livello mondiale e sono molti i timori per il futuro. L’Italia non è da meno (leggi qui). Esiste infatti il concreto pericolo di non poter più curare in modo efficace malattie che, senza gli antibiotici, rappresenterebbero una seria minaccia per la salute di noi tutti così come accadeva in era pre-antibiotica.

I rimedi efficaci contro l’influenza

Quali sono le migliori cure contro l’influenza per un soggetto altrimenti sano? Riposare, assumere liquidi e all’occorrenza tenere sotto controllo la febbre utilizzando farmaci antipiretici.

Il decorso della malattia, in assenza di complicazioni, varia da 3 a 8 giorni.

In ogni caso è bene avvalersi del parere del proprio medico in caso di dubbi o al primo insorgere di complicanze.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here