Manuale di floriterapia clinica

0

Colma un’importante lacuna editoriale, rendendo disponibile in forma chiara e organica tutte le abilità necessarie per essere un bravo floriterapeuta, il “Manuale di Floriterapia clinica” di Ermanno Paolelli, nuova uscita di Tecniche Nuove all’interno della collana Medicina Naturale. Il libro si rivolge a tutti coloro che esercitano professioni d’aiuto, farmacisti compresi, ma anche a tutti gli studenti e cultori del metodo.

«Dopo anni di pratica, ricerca e insegnamento della materia, forte anche delle nuove acquisizioni della disciplina, ho compreso che era giunto il momento di scrivere un manuale per trasmettere lo stato dell’arte della Floriterapia» spiega l’autore Ermanno Paolelli, psichiatra e tra i maggiori esperti internazionali di floriterapia clinica, nella prefazione del libro. Una pubblicazione dovuta, alla luce, soprattutto, delle novità che hanno interessato il settore negli ultimi anni. Si è compreso, ad esempio, che i rimedi possono avere effetti fisici oltre che mentali e che possono essere utilizzati anche localmente. «Soprattutto si è accumulata tanta esperienza clinica e si è cominciato a pubblicare, anche su riviste indicizzate, i risultati di tutto questo lavoro» prosegue Paolelli.

CONSULTA LA SCHEDA DEL LIBRO
E ACQUISTA ORA!

Il libro

Il manuale è diviso in due parti. La prima, dedicata al Metodo, illustra i meccanismi d’azione della floriterapia, le pubblicazioni scientifiche che la supportano, le modalità di prescrizione dei rimedi, il follow-up dei clienti, il trattamento locale. Due importanti capitoli spiegano come impostare correttamente un colloquio clinico in floriterapia e come svolgere la professione di floriterapeuta nel pieno rispetto della Legge.

La seconda parte fornisce, invece, tutte le indicazioni cliniche dettagliate dei 39 rimedi di Bach. I rimedi erano stati inizialmente suddivisi da Bach in sette categorie: rimedi per la paura, per l’incertezza, per coloro che non hanno sufficiente interesse per il presente, per la solitudine, per l’ipersensibilità alle influenze esterne, per lo scoraggiamento, per l’intromissione nella vita degli altri. Più Rescue Remedy, il rimedio di pronto soccorso.

«La suddivisione si riferiva a un primitivo inquadramento dei pochi fiori scoperti, rispetto ai sette nosodi intestinali, e non è stata mai più ripresa» spiega Paolelli nell’introduzione alla seconda parte del manuale. «Oggi essa appare limitata e imprecisa, soprattutto per le nuove sfaccettature applicative dei rimedi venute alla luce negli ultimi anni […]. La scoperta delle 39 qualità dell’anima evocate dai singoli rimedi ci pone poi in un’altra logica prescrittiva, sicuramente più attuale e pertinente: la logica che ogni rimedio fa categoria a sè, perché le categorie sono 39 e sono quelle evocate dalle singole qualità dell’anima […].

Perseguendo questa logica possiamo sfruttare al massimo le possibilità prescrittive offerte dal sistema e costruire dei cocktail personalizzati, lavorando sulle qualità da evocare che mancano al paziente, al di là di ogni categorizzazione iniziale […]. Il concetto stesso di cocktail che può includere qualsiasi rimedio nega alla base la struttura dei rimedi suddivisa in sette/otto categorie. Il cocktail personalizzato, combinando diversamente i rimedi, dà luogo a milioni di possibilità terapeutiche, milioni di categorie prescrittive».

Per questo, all’interno del manuale i rimedi sono raggruppati in sette serie didattiche numerate e trattati in ordine cronologico, dai rimedi più semplici a quelli più complessi.

CONSULTA LA SCHEDA DEL LIBRO
E ACQUISTA ORA!

L’autore

Ermanno Paolelli svolge l’attività di medico omeopatico e di psichiatra-psicoterapeuta a Bologna. È uno dei maggiori esperti internazionali di floriterapia clinica, formatosi direttamente alla Bach Foundation e con i migliori floriterapeuti del mondo. Già docente presso l’Università degli Studi della Calabria e titolare di cattedra alla LUDES di Lugano. Ha fondato la Società Italiana di Floriterapia, l’Associazione Medica Italiana di Floriterapia e tuttora insegna in diverse realtà internazionali pubbliche e private.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here