Quattro consigli per concentrarsi sulla prevenzione

0

Contando sull’aiuto della tecnologia e sulla preparazione dei propri dipendenti, è possibile approfondire tematiche inerenti la prevenzione e fornire ai pazienti-clienti servizi a valore aggiunto

prevenzione in farmacia

Per rafforzare il proprio ruolo al servizio dei cittadini, i farmacisti hanno la possibilità di approfondire, nella propria farmacia, il tema della prevenzione. Da una parte, servizi inerenti questo ambito vanno a vantaggio dei pazienti, permettendo loro migliori risultati con la loro salute, dall’altra possono rappresentare un rilevante valore aggiunto per ogni cliente che entra in farmacia. Ecco di seguito quattro spunti grazie ai quali i farmacisti possono concentrarsi nell’ambito della prevenzione, dalla proposta di nuovi servizi all’impiego della tecnologia per dare valore ai dati dei pazienti e fornire una consulenza il più possibile personalizzata.

ipertensioneProporre screening e servizi sanitari preventivi

Un modo di promuovere l’assistenza preventiva è integrare in farmacia screening sanitari per le principali patologie. Potete offrire la misurazione della pressione sanguigna, del livello di colesterolo, del glucosio, della densità ossea. I risultati dei test rappresenteranno un importante patrimonio di informazioni per voi e per i pazienti e, a seconda del responso,  potrete indirizzare i pazienti stessi verso uno specialista, suggerire un supplemento di cura o fornire loro altre informazioni per la prevenzione delle malattie. Comunicate chiaramente i servizi che rendete disponibili e ricordateli anche a coloro che entrano nella farmacia per prendere altri farmaci e che potrebbero essere a più alto rischio.

Offrire consulenze personalizzate grazie alla tecnologia

Ogni paziente è unico e la tecnologia può personalizzare le cure preventive e aiutarvi a identificare le persone a rischio. Per esempio, il sistema di gestione della farmacia deve conoscere l’età di ciascun paziente, la cronologia dei farmaci assunti e altri dettagli. Dovrebbe anche segnalarvi quando esiste un rischio dovuto a condizioni diverse. In questo modo, quando arriva un cliente, il vostro sistema genererà un messaggio ricordandovi di suggerire screening specifici o prodotti basati sulle informazioni relative a quel paziente. Se è un fumatore con una storia di ipertensione, il sistema può avvisarvi di parlargli dei prodotti da banco per aiutarlo a smettere. Oppure, potete consigliargli di controllare la pressione sanguigna. Se un paziente ha dimostrato di essere a rischio osteoporosi, potreste suggerire un supplemento di calcio. Si tratta di accorgimenti che aiutano a fornire assistenza personalizzata alle persone e rappresentano un importante passo avanti verso la prevenzione delle malattie.

Organizzare incontri individuali con i pazienti

La tecnologia può aiutarvi a capire di che cosa hanno bisogno i pazienti, ma non potete parlare con loro al banco mentre state assistendo altre persone. Dovete fornire eventuali suggerimenti in incontri individuali. Per riuscire a dedicare più tempo ai vostri pazienti, usate un modello basato su appuntamenti, che prevede la pianificazione di incontri non solo per raccogliere le prescrizioni, ma anche per consentire ai pazienti di parlare in privato con un farmacista. Durante l’incontro, potete consigliarli sui loro problemi attuali di salute e su altri eventuali problemi. Tutto ciò migliora l’aderenza alla terapia ed è un aiuto per mantenere in buona salute i vostri pazienti. Se possibile, dedicate uno spazio separato o un ufficio privato per la consulenza: i pazienti potrebbero sentirsi più a loro agio nell’esporre le loro preoccupazioni in un ambiente che garantisce una maggiore privacy.

Ripensare i flussi di lavoro e i compiti del personale

personale in farmaciaConcentrarsi sulla prevenzione è possibile se ci si dedica al contatto con i pazienti. È quindi indispensabile migliorare l’efficienza dei flussi di lavoro e gestire al meglio la risorsa tempo. Potete automatizzare le attività più ripetitive con il supporto della tecnologia in modo che i collaboratori abbiano più tempo per interagire con i pazienti. Assicuratevi poi di standardizzare i processi per uniformare modi e tempi di lavoro per tutti i collaboratori.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here