Un progetto in bianco e nero

0

Un elegante accostamento di bianco e grigio diventa lo strumento per organizzare gli spazi di questa farmacia a Bergamo, nel centro storico. Più di 100 mq divisi tra 68 mq di zona vendita e 47 nella zona retro, distribuiti in una pianta lunga e stretta che, a prima vista, poteva rappresentare un vincolo difficile da superare.

È stata l’azienda Bottigelli a prendere in mano il progetto e a trovare la giusta soluzione per le tre principali richieste dei proprietari: l’ampliamento della proposta commerciale con l’ottimizzazione dello stoccaggio nel retro, l’aumento del numero di postazioni di lavoro e l’attenuazione dell’effetto corridoio che derivava dalla forma allungata del locale.

Colore e luce

Per prima cosa sono stati creati 4 spazi ritmati cromaticamente e scanditi da portali che, oltre a zonizzare le proposte merceologiche, hanno ottenuto il risultato di articolare gli spazi e modificare l’effetto monotono della pianta esistente. Come secondo passo è stata scelta un’illuminazione che dilata lo spazio e sottolinea gli elementi di spicco con led che bordano gli zoccoli rasoterra, creando un’ulteriore motivo di “movimento” degli spazi. L’ingresso è formato da un’unica apertura con al centro una porta automatica e due vetrine laterali. Appena oltrepassata la soglia si scorge la farmacia per tutta la sua lunghezza, ma grazie alla scelta dell’alternarsi del grigio scuro e del bianco non si percepisce l’effetto tunnel, al contrario, si ha la sensazione di aree ben distinte tra loro. Di fatto, data la particolarità della pianta, non esistono nella farmacia percorsi obbligati, ma tutte le aree sono fruibili: in questo modo il cliente si sente libero di spostarsi a piacimento, trovando comunque un operatore a disposizione in caso di necessità. 

Arredi lineari alle pareti

Una serie di elementi contenitori con ripiani scandisce le pareti: i mobili scelti hanno forme lineari e semplici, nella parte inferiore sono dotati di un cassetto laccato lucido, senza maniglia, mentre la parte superiore è dotata di armadietti laccati lucidi, anche questi senza maniglia. Lo schienale dei mobili è realizzato in laminato ed è dotato di cremagliere che facilitano lo spostamento dei ripiani in vetro. Gli stessi ripiani sono dotati di led che illuminano il bordo. 

Un bancone in legno

Al centro dello spazio si distacca dalla parete la sagoma di un banco che delimita visivamente la zona vendita. Da qui seguono altri 2 banconi con diverse postazioni. La richiesta del committente era proprio aumentare il numero delle postazioni e il risultato è stato ottenuto senza creare elementi imponenti, al contrario, i banchi risultano numerosi ma discreti, alleggeriti dalla luce a led che borda lo zoccolo. Sono in laminato legno tipo olmo, e la scelta di inserire questo materiale è stata fatta per rendere l’ambiente più accogliente e meno algido. In questa zona della farmacia progettare la giusta accoglienza è sempre fondamentale: un ottimale benvenuto pone il cliente al centro dell’attenzione e gli trasmette la sensazione della massima libertà di agire. Oltre ai banconi, lo spazio diventa privato ed è organizzato con laboratorio e stoccaggio dei prodotti. 

Arredi e finiture ad hoc

Nella zona d’ingresso, nell’area destinata ai prodotti di dermocosmesi, oltre alla parete attrezzata a ripiani, è stato previsto un top aggettante che diventa un banco di appoggio per testare i prodotti. Questo elemento, oltre ad avere una funzione pratica di appoggio, spicca nella linearità degli arredi e diventa un elemento che movimenta lo spazio.

Il pavimento, uniforme per tutto il locale, è stato realizzato con piastrelle in gres porcellanato formato 60×60 a finitura naturale antiscivolo in un colore bianco opaco, mentre i controsoffitti sono stati realizzati in lastre di gesso lisce opportunamente rasate, stuccate e imbiaccate in un luminoso colore bianco. 

Luci che sottolineano l’arredamento

Il sistema di illuminazione è stato fornito dall’azienda Biffi Luce. Per l’illuminazione generale sono state scelte lampade a sospensione con lampadine fluorescenti: il design lineare dalla silhouette rettangolare risulta in sintonia con gli arredi della farmacia e accompagna chi entra dall’ingresso verso i banchi vendita.

Per l’illuminazione dei prodotti invece sono stati utilizzati dei faretti a incasso con lampadina da 70W a ioduri metallici che, grazie al fascio di luce orientabile, illuminano al meglio i prodotti.

Barbara Delmiglio e Chiara Naldini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here