De Falco (Farvima): dovremo essere in grado di modificare la nostra offerta e fornire servizi a valore aggiunto

0

Mirko De Falco, amministratore delegato di Farvima, non ha dubbi nell’inquadrare il cambio di registro che le aziende come la sua dovranno mettere in atto nel momento in cui i clienti non saranno più le singole farmacie, ma potranno essere anche società molto più strutturate. In sintesi la legge sulla concorrenza avrà un impatto dirompente.

“Bisognerà essere in grado di modificare la propria offerta”, afferma De Falco, “la propria capacità di relazionarsi, ma bisognerà anche proporre servizi a valore aggiunto”. Non sarà la leva del prezzo l’unica da considerare. “Come abbiamo osservato in altri settori affini della grande distribuzione”, spiega De Falco, “chi è andato a competere sul prezzo nel medio periodo non ha sicuramente avuto successo”.

Le catene che hanno saputo integrare le diverse leve con cui arrivare all’utente finale hanno raggiunto risultati migliori. La scelta dell’assortimento, la comunicazione efficace, la capacità di coinvolgere il cliente sono leve da tenere a mente.

Il cliente è sempre più alla ricerca di salute e di benessere. “In questo”, spiega De Falco, “il farmacista si deve preparare sempre di più deve migliorare le sue conoscenze, deve migliorare la sua attitudine a seguire il cliente-paziente in questo percorso”.

“Il nostro network si è posizionato per essere stato il primo ad aver messo al centro la salute del cittadino e dell’ambiente in cui vive. Facendolo muovere nell’ambito di una farmacia ‘calda’ che sia in grado di dare un consiglio sempre più centrato sulle esigenze del cliente”, afferma l’amministratore delegato di Farvima. “A questa idea abbiamo aggiunto una serie di strumenti, quelli che noi chiamiamo la cassetta degli attrezzi”.

Guarda anche:
Barreca (Rete Farmacisti Preparatori): “Vogliamo che la farmacia rimanga indipendente”
Butti (Teva): il farmacista indipendente potrà competere anche con le catene
Mark De Simone (Welcoop): “Il farmacista deve diventare il coordinatore dei servizi per il paziente-cliente”
Massimo Massa (Cef): “Tuteliamo la farmacia indipendente”
Pierangelo Fissore (UniNetFarma): “Il Ddl concorrenza è stato un acceleratore del cambiamento”
Come cambia la farmacia? A Tecniche Nuove i protagonisti a confronto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here