Farmacie rurali: “Plaquenil, il farmaco che non si trova”

2

Le farmacie rurali scrivono al Ministro della Salute, Paolo Speranza, segnalando l’irreperibilità di Plaquenil, farmaco impiegato con risultati incoraggianti contro Covid-19

Plaquenil è introvabile. In piena emergenza sanitaria il farmaco che sembra dare buoni risultati nella cura del Covid–19 c’è, ma non si trova. Le Farmacie Rurali d’Italia, dopo i messaggi rivolti nelle scorse settimane al Presidente del Consiglio per chiedere una normativa che regoli la vendita di mascherine e presidi DPI e una distribuzione “uniforme, omogenea e uguale” dei medicinali, scrivono al Ministro della Salute Roberto Speranza: “Noi farmacisti delle aree rurali siamo gli ultimi della lista, qui ne va della salute pubblica”. Una riflessione profonda che parla di disorganizzazione, azioni poco ponderate e, forse, di una pericolosa tendenza all’automedicazione: l’ultima comunicazione della casa produttrice assicura infatti che il prodotto non è carente, ma di fatto nei banchi delle farmacie non è più reperibile da settimane.

“Il Plaquenil è un farmaco utilizzato da quarant’anni nella cura della malaria e dell’artrite reumatoide – spiegano i farmacisti del gruppo Farmacie Rurali d’Italia -, di recente si è confermata la sua utilità all’interno delle terapie somministrate ai pazienti positivi al Covid–19, questo perché è un potente antinfiammatorio. Se davvero aiuta a fermare l’evolversi della malattia allora è necessario permettere subito ai medici di medicina generale di prescriverlo e alle farmacie di venderlo.”

Il testo del messaggio

Di seguito i passaggi più importanti della lettera inoltrata mercoledì 1 aprile:

In un momento, come quello che stiamo vivendo, tralasciando la impossibilità per una piccola Farmacia di poter disporre di mascherine chirurgiche da poter vendere a prezzi accettabili in un contesto rurale, giova ricordare che, a fronte della normativa che impone la presenza dei cittadini nell’interno del Comune di appartenenza, stride la comunicazione pervenuta alcuni giorni orsono dalla Azienda Farmaceutica SANOFI che evidenzia in sottolineato….”la specialità Plaquenil 200 mg. Compresse (idrossiclorochina) non è allo stato attuale carente né sul canale ospedaliero, né sul canale pubblico”.

Il prodotto in questione è stato richiesto dai firmatari, nei depositi attivi nelle provincie di Belluno, Campobasso, L’Aquila ed Oristano, tutte provincie a forte impatto di realtà rurali, ricevendone sempre la dizione mancante. In questi giorni vi è un continuo e convergente dibattito sul cercare di “curare” eventuali sintomatici sul territorio piuttosto ché far riferimento e conseguentemente intasare gli ospedali riservando ad essi i casi più gravi”.

“Ora, considerando l’importanza che il farmaco in questione sembra avere nel prevenire le pericolose complicanze della patologia generata dal Covid-19, questo contingentamento, purtroppo unito a molti altri, non facilita certamente il lavoro del MMG ed unitamente del Farmacista ormai sempre più consulente generale delle comunità / famiglie rurali. Riteniamo dunque che, volendo operare per una attiva medicina sul territorio, evitando spostamenti e dispendiosi impropri ricoveri, forse sarebbe il caso di potenziare l’assistenza territoriale, e non impoverirla, senza nulla togliere alle strutture ospedaliere per i casi più bisognosi di attenzione”.

2 Commenti

  1. sono una farmacista e nonostante ogni giorno,più volte si cerchi di contattare la Sanofi,quando finalmente si riesce la risposta è sempre la stessa e cioè che il farmaco è disponibile presso i grossisti ma in realtà nessuno lo consegna.Nè UNIFARMA,nè UNICO,nè VIM, nè COMIFAR.Intanto il professor Burioni in TV dichiara che sicuramente il farmaco sarà disponibile.Intanto i malati muoiono….Che dire?

  2. ….in tutta questa emergenza, una nota positiva…gli antivirali, tra cui il Plaquenil che sta salvando vite umane…. C’è un fattore importante però, il Plaquenil ora più che mai manca nelle farmacie e le case farmaceutiche nn stanno coprendo la reale richiesta sul territorio nazionale… Questo farmaco è usato da tantissimi anni nelle malattie autoimmuni artritiche come LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO, malattia fatale se nn mantenuta sotto controllo con gli antivirali, ecco che sollevo il grande problema anche per gli ammalati cronici, come me che da 30 anni assumo antivirali e Plaquenil…sono invalida con problemi di deambulazione… Ora manca e sto peggiorando…
    PREGO LE CASE FARMACEUTICHE O CHI PER ESSE, DI PRODURRE PIÙ PLAQUENIL E ANTIVIRALI IN TEMPI BREVI!!!!!….GRAZIE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here